26 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2020 alle 06:19:08

Spettacolo

Tchaikovsky e Brahms: sipario su “Eventi musicali”

Prende il via questa sera la XXIII edizione della rassegna


Solo ad una pianista “classica” è accaduto, a soli ventuno anni, di salire sul palco del Festival di Sanremo per sostituire all’ultimo momento Daniel Barenboim e, suonando lo Studio op. 10 n. 3 di Chopin in una esibizione vista da circa 155 milioni spettatori in mondovisione, incantare il pubblico del Teatro Ariston che, sull’ultima nota, è scattato in piedi all’unisono per una standing ovation meritatissima.

Lei è la pianista Leonora Armellini, che a soli 22 anni vanta già un palmares di tutto rispetto: non a caso è stata scelta da Fabio Fazio e Lucia Littizzetto per sostituire Daniel Barenboim che, poche ore prima dell’inizio della serata, per un terribile mal di testa aveva dato forfait.

La talentuosa pianista sarà la protagonista, questa sera, all’Orfeo (in via Pitagora) di “Tchaikovsky-Brahms III”, il concerto di presentazione della XXIII stagione concertistica “Eventi musicali 2014-2015” dell’Orchestra della Magna Grecia.

Con l’Ico tarantina diretta da Luigi Piovano, Leonora Armellini eseguirà lo straordinario Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore, op. 23 di Pyotr Ilyich Tchaikovsky. Uno dei concerti pianistici da sempre più eseguiti, opera celeberrima per la sua grandezza monumentale.

L’Orchestra della Magna Grecia, invece, diretta dall’eccezionale “bacchetta” di Piovano, suo direttore musicale e “primo violoncello” dell’Orchestra Santa Cecilia di Roma, eseguirà poi la Sinfonia n. 3 in Fa maggiore, Op. 90 di Johannes Brahms, uno dei massimi capolavori del compositore tedesco.

L’inizio del concerto è previsto per le 21.

Costo dei biglietti: euro 25,00, 20,00 e 15,00.

Maggiori informazioni al numero 099:7304422.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche