14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Spettacolo

Tutti al cinema: c’è il balletto

In diretta satellitare dalla Royal Opera House sarà proiettata l’esuberante storia di “Alice nel paese delle meraviglie”


Torna, sul grande schermo, il balletto in diretta satellitare dal Royal Opera House di Londra. Martedì, 16 dicembre, alle 20,15, sarà la volta di “Alice nel paese delle meraviglie” (Alice's adventures in wonderland, il titolo originale), lavoro tratto dall’opera letteraria scritta dal matematico e scrittore inglese reverendo Charles Lutwidge Dodgson, sotto il ben più noto pseudonimo di Lewis Carroll e pubblicata, per la prima volta, nel lontano 1865.

Il cinema nel quale sarà possibile assistere alla proiezione dello spettacolo sarà, come consuetudine, il Bellarmino, in corso Italia nr. 184.

Nell’eccitante e spettacolare balletto di Christopher Wheeldon interpretato da Federico Bonelli (ottanta le sale cinematografiche in tutta l’Italia che aderiscono all’iniziativa), come si legge in una nota “Le scenografie di Bob Crowley aggiungono un nuovo significato alla parola multimediale. Ed è impossibile non rimanerne affascinati”.

L’esuberante storia – popolata di personaggi immediatamente riconoscibili, come il Cappellaio Matto che balla il tip-tap, il suscettibile Bianconiglio e la cupa e lunatica Regina di Cuori – per sua stessa  natura si rivolge ad un pubblico formato sia da grandi che da bambini. Di notevole suggestione, grazie alla maestria di Wheeldon nel metterlo in scena con l’aiuto del compositore Joby Talbot e dello scenografo Bob Crowley, rimane fedele allo spirito dell’amato classico per l’infanzia.

Mentre i conoscitori del balletto apprezzeranno le performance di Federico Bonelli e di Lauren Cuthbertson e i riferimenti ad altre opere (vi è, per esempio, una parodia dell’adagio rosa de “La bella addormentata, con le crostate al posto dei fiori) lo spettacolo è, soprattutto, una brillante riproduzione del mondo bizzarro e fantastico di Carroll, con meravigliose coreografie, una musica vivace e una buona dose di magia da palcoscenico.

Come consuetudine, anche in questa occasione la proiezioni ospiterà interviste agli interpreti più amati e curiosità da dietro le quinte. Il pubblico sarà incoraggiato a partecipare, mandando domande attraverso i social network ed interagendo con il pubblico delle altri parti del mondo. 

Orchestra della Royal Opera House diretta da David Briskin.

E’ dal 2008 che l’agenzia “Qmi” sfrutta il progresso tecnologico per portare la musica al cinema con concerti dal vivo, materiali inediti e docufilm.
Tra i tanti va ricordato il live di Elton John al quale fanno seguito quello degli Oasis, di Mika, di Amy Whinehouse, Vasco Rossi, Alessandra Amoroso, il documentario dei Litfiba “Cervelli in fuga – Europa live 2011”, il docufilm “When you’re strange sui Doors e “I love one direction” per arrivare ai titoli di qualità dell’estate 2014.
L’esperienza con la Royal Opera House inizia nel 2013, per la grande soddisfazione di pubblico ed esercenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche