18 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Maggio 2021 alle 08:41:07

Spettacolo

A tutto swing con Massimo Lopez

Il 15 gennaio si esibirà in un repertorio che si rifà ai classici dello swing più famosi completamente rinnovato


È davvero imperdibile, soprattutto per gli amanti della buona musica, il primo appuntamento del 2015 con la stagione artistica curata da Renato Forte: giovedì, 15 gennaio, sul palco dell’Orfeo (in via Pitagora) salirà infatti, attesissimo, Massimo Lopez, in scena con la “Jazz company” che con luin proporrà lo spettacolo dal titolo” Sing and swing”.

Accompagnato da Gabriele Comeglio al sax, Fabio Gangi al pianoforte, Ezio Rossi al basso e Marco Serra alla batteria, il popolare e poliedrico artista si esibirà in un repertorio di classici dello swing completamente rinnovato: davanti al pubblico tarantino rivisiterà le pietre miliari di autori dello spessore di Cole Porter, George Gershwin, Jimmy Van Heusen, Richard Rodgers, solo per citarne alcuni.

Tutti successi, come si accennava, che abbracciano il periodo di tempo che va dagli anni ‘30 agli anni ‘50, resi celebri da indimenticabili cantanti come Frank Sinatra, Tony Bennet, Sammy Davis jr e da lui arricchiti grazie ad un’innata ed indiscutibile verve

La passione per la musica in genere e per lo swing in particolare, Lopez l’ha coltivata per anni prima di cimentarsi a teatro con la prestigiosa formazione jazz guidata da Gabriele Comeglio e con la quale, da diverse stagioni oramai, è in tour.

Tra una canzone e l’altra, durante lo spettacolo Massimo Lopez intrattiene il pubblico con divertenti gag, monologhi e con le sue irresistibili imitazioni e che, negli anni, lo hanno portato al grande successo popolare.  Il merito è di Mina. E’ stata lei, nel 1994, a chiamare l’attore, doppiatore, comico, imitatore marchigiano per duettare insieme nella canzone “Noi” contenuta nel Cd “Canarino mannaro”. E sempre lei lo ha incoraggiato a dedicarsi con più convinzione al canto che, pur amato fin da ragazzo, praticava saltuariamente. “Mi disse che avevo il timbro giusto per realizzare un progetto che avevo su Frank Sinatra – ha raccontato Lopez durante un’intervista – Ed è stato suo figlio Massimiliano Pani a consigliarmi la ‘Big band jazz company’ che mi accompagnano dal vivo”.

A 50 anni Lopez ha, così, iniziato una nuova carriera, dopo una seria gavetta teatrale, i fasti come attore comico con Anna Marchesini e Tullio Solenghi, tormentoni pubblicitari di successo per Telecom (era il condannato a morte che chiedeva di fare un’ultima, interminabile telefonata di fronte al plotone di esecuzione) ed un’attività di doppiatore che, di recente lo ha portato a sostituire lo scomparso Tonino Accolla nel dare la voce a Homer Simpson. Con Comeglio, nel 2005, Lopez ha portato in tutta Italia “Ciao Frankie”, un divertente one man show tributo a Sinatra (nel 2010 approdato, addirittura, a Miami).

Per lo spettacolo del 15 gennaio  sono ancora disponibili i biglietti.
Info e prenotazioni al Box Office in via Nitti nr. 106 (tel. 099:4540763).
Sipario ore 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche