22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 10:52:00

Spettacolo

Torna il grande teatro dell’Opera

Simpatici equivoci di vita quotidiana al centro di tre piccoli capolavori lirici scritti a cavallo della metà del secolo scorso


Torna il grande teatro dell’opera a Taranto grazie all’Orchestra ICO Magna Grecia: in un’unica straordinaria serata – quella di venerdì, 13 febbraio – saranno rappresentate tre opere liriche di breve durata. Tre grandi capolavori che, tra simpatici equivoci di vita quotidiana.

L’appuntamento segna il debutto dell’Ico tarantina nel teatro d’opera, attraverso la produzione di un trittico contemporaneo di piccole opere liriche, autentici “cammei” che hanno in comune un attualissimo argomento: le dinamiche dei rapporti nella coppia moderna.

Scritti “a cavallo” della metà del secolo scorso, “Il Telefono” di Gian Carlo Menotti, “La scuola di guida” di Nino Rota e “Trouble in Tahiti” di Leornard Bernstein – questi i titoli – sono firmati da compositori di larga fama.

Grazie all’Orchestra, dunque, la grande lirica torna dopo anni nella nostra città: una “chicca” che Piero Romano, sensibile direttore artistico, ha voluto donare al pubblico della Città dei Due Mari.

In questa memorabile serata, le  opere liriche saranno dirette da Giuseppe Finzi, una delle più prestigiose giovani “bacchette” italiane, mentre la regia sarà di Fabio Ceresa: due pugliesi che si sono formati collaborando a La Scala di Milano e che, tra l’altro, “firmeranno” tra poche settimana “Madama Butterfly”, al Petruzzelli. Donatella Dimarco è il direttore di palcoscenico; le scene sono di Mario D’amico, i costumi di Giuseppe Palella. I Maestri collaboratori al pianoforte, invece, sono Ornella Carrieri e Alessandro Stefanelli.

Oltre l’Orchestra ICO Magna Grecia, Finzi dirigerà un cast di grandi voci: il mezzosoprano milanese Gabriella Sborgi – autorevole interprete del teatro mozartiano e barocco, nonché del Novecento – e il baritono americano Thomas Hall – importante “voce” verdiana e wagneriana che si esibisce anche in teatri europei, come il “Regio” di Torino; con loro delle giovani realtà del canto che si stanno imponendo sulla scena nazionale lirica: il giovane tenore pugliese Francesco Castoro e il soprano tarantino Carolina Lippo.
Nell’opera “Trouble in Thaiti” si esibirà anche un trio vocale jazz composto dal mezzosoprano Marianna Zappino, dal tenore Francesco Castoro e dal baritono Antonio Pellegrino. La serata di lirica “I difficili rapporti di coppia!” rientra nell’ambito della XXXIII stagione “Eventi musicali” dell’Ico Magna Grecia.

L’inizio è previsto per le 21. Il palcoscenico è quello dello storico Teatro Orfeo (in via Pitagora, 78).

Per maggiori informazioni rivolgersi alle segreterie dell’Orchestra Magna Grecia, in via Tirrenia nr. 4  (tel. 099:7304422) ed in via Giovinazzi nr. 28 (cell. 345:8004520), Info anche da Basile Strumenti Musicali, in via Matteotti nr. 14. Nella mattina di sabato, 14 febbraio, inoltre, si terrà un matinée a favore degli studenti del Liceo Musicale “Archita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche