18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 12:17:53

Spettacolo

Un viaggio nell’anima verde del territorio di Statte

STATTE – Allo Statte Green Fest arriva sabato lo spettacolo di Sebastiano Somma e il Martino De Cesare trio. Nel Teatro Naturale Leucaspide un appello alla salvaguardia dell’animo “green” del territorio e un ricordo in nome di Melissa e delle vittime di Brindisi. Lo spettacolo “Quando arriva un’emozione” di scena sabato 26 maggio alle 21.00 nel Teatro Naturale di Leucaspide a Statte nell’ambito del Green Fest 2012, promette di emozionare ma anche di riportare in primo piano l’impegno e la responsabilità che si devono nei confronti dell’animo “green” della nostra terra.

Il Teatro naturale scavato nella roccia tufacea della Gravina di Leucaspide farà il resto ospitando sul suo palco il maestro e compositore Martino De Cesare, accompagnato dal suo trio, e l’attore e regista Sebastiano Somma, protagonisti entrambi del lavoro prodotto da Rai Trade interamente girato nella provincia di Taranto (nello splendido scenario delle gravine e delle masserie) e dedicato proprio ai più piccoli. “E’ un progetto che sposa bene l’impegno Green di questo Festival e dell’amministrazione comunale di Statte – spiega Martino De Cesare – perché unisce due importanti obiettivi: fare cultura e sensibilizzazione su temi di grande interesse collettivo e proporre anche una immagine differente e migliore del nostro territorio”. Nel corso della serata di sabato saranno proiettati i quattro cortometraggi girati nel territorio e interpretati tra gli altri da Nino Frassica, Enzo De Caro (proprio all’interno del Teatro Leucaspide), Marina Suma e lo stesso Somma. La musica sarà affidata alle composizioni di De Cesare che hanno rappresentato la colonna sonora del progetto editoriale di Rai Trade. Brani inediti e suggestivi interpretati magistralmente all’interno dei corti da artisti come Francesco Baccini, Fabio Concato, Edoardo Bennato, Simona Bencini, Antonella Ruggiero, Tony Esposito e Mario Rosini. Durante la serata di sabato ad ingresso gratuito e fino ad esaurimento posti, previste anche alcune sorprese scenografiche pensate per esaltare la bellezza del luogo. “Si tratta di un appuntamento che intendiamo dedicare completamente alle vittime innocenti della crudeltà degli uomini in ogni parte del mondo – afferma Ivan Orlando, il consigliere comunale delegato alla realizzazione del Green Fest – e in particolar modo alla memoria di Melissa e delle sue compagne che a pochi chilometri da noi ci hanno fatto sentire insieme impotenti e responsabili”. Escursioni e visite guidate che promettono emozioni a metà tra l’avventura e la riscoperta. Un coinvolgimento totale di una comunità di volontari e appassionati di natura e storia che mostra il vero volto di un popolo, quello di Statte, che ormai da alcuni anni lancia segnali di grande progresso e voglia di eco-sostenibilità. Uno spettacolo che racconta il meglio di quella terra in uno dei luoghi naturali più suggestivi della provincia jonica: il Teatro tufaceo scavato e immerso nella gravina di Leucaspide. Il 1o Statte Green Fest è tutto questo: due giorni di risveglio culturale, civico e ambientale alla ricerca delle radici perdute ma anche della sorpresa nello riscoprirsi ricchi di un patrimonio che può essere non solo bio-diversità ma anche bio-sviluppo. Sono state queste le premesse che hanno mosso le prime leve del progetto voluto dal Comune di Statte e in particolar modo dall’assessorato all’Ecologia e Ambiente, lo stesso che tre anni fa cominciava l’avventura della gestione evoluta dei rifiuti solidi urbani e che oggi rappresenta con il suo 41,5% di raccolta differenziata una delle realtà più virtuose di tutta la regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche