18 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Settembre 2021 alle 21:26:00

Spettacolo

“Nella gioia e nel dolore”. Al Tarentum storie di vita quotidiana

L’amore come convenzione: Colasanto mette in scena la storia di una coppia


“Una commedia per riflettere, ridendo, sulla futura vita matrimoniale.. ad un passo dall’altare!”: in queste parole è sintetizzato il senso della commedia dal titolo profetico “Nella gioia e nel dolore” di scena venerdì, 6 marzo, all’auditorium  Tarentum, il rinnovato centro di ascolto e culturale in via regina Elena nr. 122.

Scritto ed interpretato Elio Colasanto ed Alessia Garofalo (compagnia “Contromano teatro” di Molfetta), il lavoro un esilarante viaggio che narra “le gioe e i dolori” sulla vita di una coppia di giovani che si prepara al fatidico giorno delle nozze. Ovvero, Sabino e Nunzia, due tipici sposini pugliesi, immersi nella loro quotidianità, nel loro mondo, piccolo e gretto, fatto di convenzioni.

Gli sposini appaiono intrappolati alla sommità della enorme torta nuziale, da luogo surreale dove tutto si svolge, dove vivono gli attimi del loro matrimonio, i riti, le usanze, le tradizioni, gli sfarzi, gli imprevisti, gli eccessi, gli scleri. Gli autori della commedia evidenziano il fatto che anche l’amore risulta una sorta di convenzione: ci si sposa per non restare soli, perché cosi fanno tutti, per mettere su famiglia, “perché poi la gente che deve pensare?”.

Ci si sposa perché lui appartiene ad una buona famiglia e lei è una brava ragazza, tranquilla senza pretese. O per diventare grandi senza però mai crescere.

E poi c’è un segreto svelato, una confidenza, una promessa, una raccomandazione. Un amore vero che non ha mai conosciuto la convenzione, che non si è mai potuto cibare della luce del sole, non ha mai potuto indossare l’abito bianco. Un amore fatto di sguardi, di appuntamenti mai presi e di frasi mai ascoltate. E i protagonisti di questo amore sono Tonio e Lina, i genitori degli sposi, che nella frivolezza del matrimonio dei loro rispettivi figli provano a parlarsi, scoprono se l’altro ha tenuto fede alla promessa, se si è rimasti soli ad amare o si è ancora in due.

Costo del biglietto intero: 10 euro;
ridotto 8 euro. Sipario ore 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche