10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Spettacolo

Un premio a “Mamma coraggio”

Il Magna Grecia Awards sbarca a Taranto


Puntuale, come ogni anno, si rinnova l’appuntamento con il “Magna Grecia Awards, il premio dedicato alla rinascita ed all’impegno contro ogni forma di violenza.

Giunto alla sua diciottesima edizione, l’evento approda per la prima volta nella città bimare, sul palco del Teatro Orfeo dove venerdì, 20 marzo, saliranno diverse personalità del mondo della cultura, della comunicazione e della società accomunate dal denominatore dell’impegno sociale. 

“Almeno tu nell’universo” è lo slogan scelto per caratterizzare questo nuovo appuntamento con la manifestazione e per ricordare, nel contempo, Mia Martini.

Dedicato alla memoria di Katia Stasolla – esempio di forza, coraggio e amore nella vita e nella malattia – il “Magna Grecia Awards” si prefigge l’obiettivo recuperare la memoria della terra  “Jonica” e, ancor più di una città, la nostra, che prova ad affrancarsi da una storia industriale triste e balorda, per ripartire dagli esempi legati al rispetto della vita e all’impegno sociale.

“L’odio non serve a niente, ragazzi la vita è un dono meraviglioso. Godetevi le partite e state insieme per socializzare, non per uccidere”:  sono queste le parole pronunciate da Antonella Leardi – la “mamma coraggio” che ha perdonato l’assassino del figlio, Ciro Esposito, tifoso ventinovenne del Napoli ucciso, lo ricordiamo, dall’ultras della Roma Danilo De Santis prima della finale di coppa Italia Napoli/FiorentinaTaranto – alla quale verrà conferito il premio “Eccellenza Franco Salvatore”, scomparso prematuramente nel 2008 in un omicidio stradale.   Mamma Antonella sarà anche premiata per l’atto di civiltà legato al perdono dell’assassino del figlio.

Quest’anno l’evento gode della collaborazione del comitato “Stabat mater”, impegnato in progetti di carità e culturali strutturati prevalentemente a servizio della città vecchia. Presidente onorario del “Magna Grecia Awards” è il cantautore Nek; madrina d’eccezione della serata di gala, Lorella Cuccarini.

Presidente del comitato d’onore è la scrittrice Catena Fiorello, in libreria con “Un padre è un padre”.

Il premio si svolge sotto l’alto patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Presidenza del Consiglio della Regione Puglia, l’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, della Provincia di Taranto, di Puglia Promozione, del Teatro Pubblico Pugliese ed è promosso e sostenuto dalla Città di Palagianello, il cui Castello Stella Caracciolo è Sede Istituzionale della manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche