28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Luglio 2021 alle 02:40:00

Spettacolo

Sipario sulla 53^ edizione

L’ambita competizione internazionale è stata vinta dalla 24enne pianista veronese Maddalena Giacopuzzi


TARANTO – E’ calato il sipario sulla 53^ edizione dell’l’International Piano Competition “Arcangelo Speranza”, competizione fra le più longeve ed importanti a livello nazionale.
All’intensa “tre giorni” di prove eliminatorie hanno preso parte 48 pianisti provenienti da 14 Paesi diversi; al termine delle selezioni, quattro i finalisti ufficiali che a “suon di piano” si sono confrontati per aggiudicarsi il premio finale.
Su tutti ha prevalso una donna, la veronese Maddalena Giacopuzzi: a lei è stato assegnato il primo premio assoluto in denaro (4.000 euro). La musicista, inoltre, avrà all’opportunità di esibirsi nell’ambito della prossima stagione concertistica degli “Amici della Musica” ed effettuare una tournée italiana di dodici concerti. A valutare i giovani pianisti è stata una giuria internazionale presieduta dal Maestro argentino Hector Moreno e composta dai Maestri Vovka Ashkenazy (Islanda), Wonmi Kim (Corea), Lorenzo Fico (Italia) e Marco Vincenzi (Italia): quello dei giurati  si è rivelato un lavoro molto complesso e delicato, visto l’alto livello artistico e tecnico dei concorrenti.
Questi gli altri premi assegnati: secondo premio ex aequo a Istvan Janos Vass (Pecs-Ungheria) e ad Alberto Ferro (Gela-Italia), con premio in denaro di complessivi euro 2.000; terzo premio ad Anna Bulkina (Russia – premio in denaro di euro 1.000).
Sono stati anche assegnati tre premi speciali: il primo intitolato a “Giovanna e Riccardo Albano” è andato al più giovane finalista italiano del concorso, Alberto Ferro (19 anni); il secondo “Elsa e Peppino Orlando”, con premio in denaro di euro 500, è stato conferito al più giovane finalista straniero, il 28enne Istvan Janos Vass.
Il premio “Rosa Lo Grieco” lo ha conquistato Alberto Ferro, tra tutti quelli in gara risultato più gradito al pubblico (con votazione effettuata dai presenti durante la serata finale). Sia il presidente della giuria Moreno che il direttore artistico del Festival, Marco Vincenzi, hanno sottolineato come alle più volte annunciate difficoltà di finanziamento del concorso, la comunità tarantina abbia saputo rispondere con entusiasmo consentendo di organizzare, ancora una volta, un competizione con concorrenti di ottimo livello, tanto da rendere più intenso e complesso il lavoro dei giurati. Applausi e soddisfazione per le scelte operate che hanno visto, finalmente, arrivare sul gradino più alto del podio una pianista donna – fatto che non succedeva dal 2004 – sono giunti dal folto pubblico presente al quale vanno aggiunti gli spettatori che hanno seguito tutte le fasi dell’evento in diretta streaming sul sito http://www.livestream.com/amicimusicataranto, raggiungibile anche dal sito web del quotidiano Taranto Buona Sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche