23 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2022 alle 18:30:38

Spettacolo

A tutto jazz con Phil Maturano

Il batterista di fama mondiale porta a Taranto “At home everywhere”, frutto del suo girare il mondo alla ricerca di nuovi ritmi


E’ un appuntamento al quale gli amanti del jazz non possono davvero rinunciare quello che venerdì, 19 giugno, al Tarentum (in via Regina Elena, 122), vedrà sul palco Phil Maturano, batterista tra i più apprezzati al mondo nel panorama della musica jazz.

Phil torna a Taranto a distanza di due anni dalla sua ultima performance;  “At home everywhere” -questo il titolo del concerto – è, senza ombra di dubbio, un evento di grande livello artistico: al pubblico il musicista si propone con nuovi ritmi e nuove idee. Elementi che altro non sono se non il risultato del suo girare il mondo con l’intento, principalmente, di incontrare persone e visitare sempre nuovi luoghi.

Per il bassista, infatti, non esiste un unico posto in cui sentirsi a casa.

Le persone incontrate nei luoghi in cui ha trascorso – e trascorre – del tempo, sono la sua famiglia. Qualunque posto può essere per lui una casa, proprio come sottolinea nel titolo dato al concerto.

Per l’occasione, sul palcoscenico dell’auditorium  Maturano suonerà accompagnato da Luca Alemanno, al basso elettrico (giovane musicista salentino premiato a 19 anni come miglior talento nell’ambito del Festival Umbria Jazz 2008) e da Mirko Maria Matera, al piano, altrettanto giovane e talentuoso musicista tarantino, impegnato in diversi progetti sperimentali basati su musica elettroacustica e per orchestra oltre che compositore di musiche utilizzate dalla Rai per reportage e testate giornalistiche.
Cresciuto in una famiglia di musicisti, giovanissimo Phil è stato attratto dai tamburi, influenzato dai grandi artisti del jazz che hanno contribuito a sviluppare la sua grande passione per la musica.

Sotto la guida di Roy Mc Curdy, a 16 anni, ha iniziato a studiare seriamente imparando, ben presto, a “parlare” la lingua e l’arte del jazz drumming.

Da quel momento ha avuto inizio una carriera costellata di successi, con una serie di tour all’attivo che gli ha permesso di calcare i principali palcoscenici degli Stati Uniti. Attualmente il batterista risiede nella città di New York e continua a lavorare in una grande varietà di stili: dalla musica afro-cubana alle big band, R & B, rock, musica del mondo e anche punk rock.

Per dieci anni – dal 1987 al 1997 – ha messo al servizio di giovani musicisti la sua conoscenza della musica e della betteria: ciò gli ha dato l’opportunità di sviluppare ulteriormente e, nel contempo, ed insegnare i suoi metodi innovativi. Inizio ore 21.

Info sul costo dei biglietti e prenotazioni al 393:9421978.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche