28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Spettacolo

Emozioni concertistiche. Al via la 33^ edizione della rassegna per giovani musicisti

Protagonisti della serata inaugurale saranno i pianisti Giuseppe Fusaro e Gaia Damiana Minervini


TARANTO – Ai nastri di partenza, domani, nella Sala degli Specchi di Palazzo di Città, “Emozioni concertistiche… Note che restano”, la rassegna dedicata ai giovani musicisti, curata dall’Accademia musicale Mediterranea.
Protagonisti della serata inaugurale saranno il pianista calabrese Giuseppe Fusaro (nella foto) e la barese Gaia Damiana Minervini, entrambi vincitori, nel 2014, del Premio Italia Olimpo Pianistico e cresciuti musicalmente sotto la guida del M° Cosimo Damiano Lanza, direttore della stessa Accademia.
Il primo tempo della rassegna sarà affidato al pianoforte della quattordicenne enfànt-prodige Gaia Damiana: in repertorio musiche di Ludvig van Beethoven  – “la Sonata op. 27 n° 1 (Andante-Allegro, Allegro molto e vivace, Adagio con espressione, Allegro vivace), di Robert Schumann – il Tema e Variazioni sul nome Abegg – e, infine, di Igor Stravinskij (lo Studio op. 7 n° 1). Alla Minervini è stata conferita la Medaglia in bronzo del Presidente della Repubblica italiana. Ha ottenuto, inoltre, numerosi concerti premio. Nel 2014 è stata selezionata dal conservatorio di Bari come miglior pianista fino a 17 anni, per svolgere attività concertistica.
Il secondo tempo del concerto inaugurale vedrà salire sul palco Giuseppe Fusaro. Calabrese, ha 30 anni, proviene dagli studi fatti al Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza, conseguendo la laurea di 1° livello in pianoforte e, successivamente, la laurea specialistica di 2° livello con indirizzo solistico pianistico con il massimo dei voti.
Il pianista ha tenuto numerosi concerti pianistici nazionali ed internazionali.
E’ docente di pianoforte principale presso l’Istituto Donizetti di Mirto Crosia, oltre ad essere direttore (insieme al M° Antonella Barbarossa) del Coro Italia Senza Frontiere che lo scorso  9 maggio ha cantato, in prima assoluta mondiale, nella Basilica Vaticana, la messa scritta per Papa Francesco da 10 compositrici viventi.
E’ stato vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, tra i quali il Primo premio assoluto al Premio Italia nella categoria “superior”, ricevendo il conferimento della medaglia di bronzo del presidente della Camera dei Deputati.
All’evento “Emozioni concertistiche…  Note che restano”, Fusaro eseguirà di Franz Liszt il Mephisto Valzer n. 1 S. 514 e di Sergei Prokofiev, la Sonata n. 7 op. 83.
Alla fine del concerto ci sarà la consegna dei certificati di frequenza e i diplomi dei Trinity conseguiti durante lo scorso anno accademico.
L’ingresso è libero e gratuito.
Inizio previsto per le ore 19,30.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche