26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 06:25:59

Spettacolo

In vetrina il teatro d’autore

“StART up”: ai nastri di partenza la 4^ edizione


TARANTO – Quattro giorni, per il quarto anno consecutivo: anche per l’edizione 2015 c’è attesa per la messa in scena degli spettacoli inseriti nel cartellone di “StART up”, la rassegna di teatro contemporaneo organizzata dalla rete di residenze teatrali una.net che prenderà il via giovedì, 24 settembre, per terminare domenica 27.
Inedita la formula con la quale il festival si presenta al pubblico accogliendo, nei suoi tempi e spazi, tra Taranto e Massafra, la seconda edizione di “Puglia Showcase“, la vetrina internazionale degli spettacoli pugliesi a cura del Teatro Pubblico Pugliese.
La prima giornata sarà inaugurata al TaTà (quartiere Tamburi) da una produzione Koreja, “II Matrimonio” (da Nikolaj Vasil’eviè Gogol’), su adattamento e regia di Salvatore Tramacere.
Assistere allo spettacolo è quasi come assistere ad una trasmissione televisiva all’interno della quale uomini e donne cercano l’intimità grazie ad un sensale mediatico. E si confrontano, a botte di colpi di scena, lasciando spazio alla spettacolarizzazione del pianto e della tragedia che diventa la vera protagonista.
Sul palco salgono gli attori  Ivan Banderblog, Francesco Cortese, Giovanni De Monte, Carlo Durante, Erika Grillo, Anna Chiara Ingrosso, Emanuela Pisicchio, Fabio Zullino. Alle 17, sempre di giovedì 24, al Teatro Orfeo (in via Pitagora), alle 17 si potrà assistere al lavoro teatrale del Crest dal titolo “Capatosta”, su testo ed interpretazione di Gaetano Colella (in scena con Andrea Simonetti); la regia è di Enrico Messina.
Lo spettacolo è ambientato in uno dei reparti dell’Ilva di Taranto. Uno dei tanti reparti della fabbrica dove l’acciaio fuso transita per raggiungere il reparto della colata e gli operai sono chiamati a controllare la qualità della miscela.
Dal 1962, in questa fabbrica ci sono generazioni di operai che si avvicendano, si confrontano, si scontrano e si uniscono.
Alla fine della rappresentazione, si farà ritorno all’auditorium di via Grazia Deledda (alle 19,30), dove sarà presentato “Piero Della Francesca. Il punto e la luce”, con Barbara Petti e Gregorio De Paola (costo del biglietto: intero – euro 5,00; ridotto – euro 4,00 (riservato under 25, over 65 e per chi acquista almeno cinque spettacoli).
Infine, sempre al quartiere Tamburi, ma al campo sportivo “Atleti Azzurri d’Italia” (di fronte al TaTà), alle 21 si parteciperà alla data tarantina di “Misteri e Fuochi“, un progetto internazionale del Teatro Pubblico Pugliese. Nell’impianto sportivo abbandonato, nell’occasione trasformato in un palcoscenico naturale, le arti visive si mescoleranno con musica e parola: il regista e drammaturgo Armando Punzo, ricostruirà con i cittadini di Taranto il ciclo di una vita, sotto forma di festa, di paradiso artificiale e sgargiante in cui una umanità vestita a festa, abita una collina di croci, proponendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche