04 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 16:57:00

Spettacolo

Quando la musica è letta e spiegata

Riparte la rassegna curata dall’Orchestra Taras


La Musica Spiegata, atto ottavo. Riparte la rassegna promossa dal Comune di Taranto e curata dall’associazione musicale Orchestra Taras.

La nuova stagione prenderà il via domani, alle 18.30,  a Palazzo di Città del Comune di Taranto.

Il cartellone sarà inaugurato dal polistrumentista e compositore Massimiliano Conte (nella foto) che proporrà un recital pianistico-filosofico tracciato dai suoni di Frescobaldi, Bach, Ravel e Debussy. Con un richiamo particolare all’opera “Skrjabin profeta dell’estasi”, composta per commemorare il centenario della morte del compositore e filosofo russo, meglio noto in occidente come Alexander Scriabin.

Massimiliano Conte ha cominciato a studiare pianoforte con i maestri Giuseppe Milano e Maria Grazia De Leo. Nel 2004 realizza e produce un cd di composizioni liturgiche per voci, quartetto d’archi e pianoforte.

Oggi è docente presso l’Istituto “Giovanni Paisiello”. Ma protagoniste non saranno solo le melodie che si propagheranno dalle corde del pianoforte del giovane musicista tarantino, un ruolo di primo lo assumeranno anche i contenuti poetici, filologici e filosofici dei singoli brani.

A leggere e spiegare la parte letteraria dei pentagrammi saranno Nadir Garofalo e Attilio Cantore, entrambi direttori artistici dell’ “Orchestra Taras”. «La Musica Spiegata – ci dice Cantore – vuole abbattere la cosiddetta quarta parete che si innalza tra artista e pubblico specialmente durante l’esecuzione di opere considerate di nicchia.

Il nostro obiettivo – continua – è quello di creare una certa fruibilità e trasversalità musicale che spazia dalla “classica” al rock progressive. La location, il salotto di Palazzo degli Specchi, poi, aiuta a creare quella giusta atmosfera famigliare adatta a questo tipo di eventi».

L’Associazione, alla sua seconda esperienza consecutiva con questa iniziativa, è costituita da giovani musicisti tarantini e rappresenta un’opportunità concreta per coniugare talenti in un’ottica di crescita e valorizzazione del capitale artistico del panorama jonico. La rassegna andrà avanti fino ad aprile prossimo con altri cinque appuntamenti.

L’ingresso è gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche