21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Spettacolo

Storie di migranti nel Medfestival


SAN MARZANO – Torna il festival dei migranti. Sabato 23 giugno il centro storico di San Marzano ospita la terza edizione del “MedFetival: Itinerari culturali in terra ionica”. “In questo piccolo paese della provincia ionica – spiega il presidente della Pro Loco Marciana, Genny Sapio – comunità di minoranza linguistica arbëreshe, fondato oltre 500 anni fa da una colonia albanese fuggita all’invasione turca, si intende celebrare il Mare Mediterraneo quale crocevia di storia, arte, culture e linguaggi: una kermesse nella quale la diversità diviene motivo di aggregazione dei popoli che vivono lungo il mediterraneo. Un’occasione, questa, per raccontare la vita, la storia, le tradizioni e la cultura della nostra gente, coinvolgendo un pubblico eterogeneo attraverso proposte multidisciplinari”.

L’intento di questa rassegna è quello di trasformare gli spazi urbani celebrando così le diverse forme di arte ed il crogiolo di lingue, suoni e linguaggi che animano la nostra Terra: musica, teatro, arti visive e letteratura si intersecheranno tra loro diventando strumento di dialogo tra le genti ed offrendo l’opportunità di valorizzazione del piccolo centro storico. Cornice della rassegna artistico-culturale sarà un variegato percorso enogastronomico che promuoverà le eccellenze gastronomiche e vitivinicole del territorio ionico-salentino. Il grande successo ottenuto lo scorso anno con la seconda edizione la Pro Loco Marciana quest’anno propone un nuovo tema: l’emigrazione. “Dopo aver riscoperto, con l’edizione 2011, la figura del brigante sammarzanese Pizzichicchio – insiste Sapio – questa edizione si prefigge l’obiettivo di ricordare agli italiani di oggi che anche noi siamo stati un popolo di emigranti. Il MedFestival avrà un duplice intento: proporre, attraverso la musica, il teatro, l’arte e le immagini di uno spaccato della vita sociale durante gli anni della grande emigrazione e promuovere un doveroso confronto con il fenomeno dell’attuale immigrazione. Sarà una giornata ricca di incontri con autori e giornalisti, rappresentazioni teatrali, concerti musicali, mostre fotografiche e video proiezioni e allestimenti artistici”. In programma, mostre fotografiche e videoproiezioni a cura dell’Ass. Creativi Primitivi; performance teatrale “Karame” a cura del gruppo teatrale “L’inconscia” con la regia di Teresa De Punzio; il Med letterario: autori a confronto sul tema dell’emigrazione; esibizioni di gruppi musicali (Consequatmundi, Blatt Band, Bogi Jui) infine anche un percorso enogastronomico allestito lungo le vie del centro storico con stand per le degustazioni di prodotti enogastronomici con varie aziende vitivinicole e ristoratori con lo scopo di promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio. L’ingresso è libero. Orari 18.30 – 01.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche