16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 18:03:30

Spettacolo

Ceramica, al via il XIX Concorso


GROTTAGLIE – Il cielo, spazio concettuale per una riflessione filosofica e scientifica, ma anche cosmica e religiosa, e il suo opposto, la terra, luogo concreto e sostanza fondamentale per la vita dell’uomo. A questi due elementi s’ispira il XIX Concorso di Ceramica Mediterranea di Grottaglie, momento di confronto tra grandi maestri italiani nella città conosciuta per la sua tradizione e i suoi straordinari manufatti artigianali. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha assegnato la medaglia per la valenza artistica alla Mostra della Ceramica di Grottaglie. La medaglia verrà esposta in occasione dell’inaugurazione della manifestazione.

Lo hanno annunciato, questa mattina, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa (un momento nella foto), il sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, e l’assessore comunale alla Cultura, Maria Pia Ettore, intervenuti all’incontro con i giornalisti insieme a Daniela De Vincentis, responsabile del settore Cultura-Turismo-Musei Città di Grottaglie. La prestigiosa esposizione, che comprende anche una sezione speciale dedicata al grottagliese Luigi Motelese (1879-1952), tra i ceramisti capiscuola del Novecento, e un’installazione museale all’aperto nel giardino Giacomo d’Atri, verrà inaugurata nel Castello Episcopio domenica 24 giugno alle ore 18.30, con la contestuale proclamazione e premiazione dei vincitori, per protrarsi sino a domenica 16 settembre. La mostra, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Grottaglie con l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana e i patrocini dell’Unione Europea, del Ministero per i beni e le attività culturali, dell’assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e della Provincia di Taranto, comprende – nell’allestimento curato dal Liceo Artistico Statale di Grottaglie – le opere di artisti provenienti da venti città di otto differenti regioni italiane (Puglia, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e Sardegna). Nata nel 1971 come mostra dell’arte e dell’artigianato di Grottaglie, la rassegna negli anni si è trasformata in mostra-mercato, subendo anche alcune interruzioni, prima di diventare un concorso di ceramica mediterranea come occasione per riflettere sui valori storici, di civiltà e originalità a tutela di un patrimonio che oggi rischia di perdersi nel compiacimento di esigenze consumistiche lontane anni luce da una tradizione dalle antiche radici. Quest’anno si è scelto di dedicare il concorso al cielo e alla terra con l’intento di collocare il valore dell’arte ceramica in una dimensione atemporale, sospesa tra natura, spirito e materia. La mostra é completata dal percorso allestito all’interno del giardino Giacomo D’Atri e dalla sezione speciale dedicata a Luigi Motolese, vincitore nel 1939 del Premio “Città di Faenza”. “Motolese – ha spiegato, durante la conferenza stampa di presentazione, l’assessore alla Cultura, Maria Pia Ettorre – è stato un grande innovatore. L sezione a lui dedicata si sposa felicemente col respiro assunto dalla mostra, sempre più orientata allo sviluppo di un turismo interculturale rivolto soprattutto ai Paesi del Mediterraneo”. Orari di apertura: tutti i giorni compresi i festivi, giugno/settembre ore 10-13/17-20; luglio/agosto ore 10-13/17-22; sabato ore 10-13/17-23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche