22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 16:13:38

Spettacolo

Stasera in Villa Peripato nuovo viaggio musicale


TARANTO – Dalle più popolari arie del teatro d’opera alla grande tradizione della canzone d’autore italiana, in primis Lucio Dalla, passando dai più famosi musical di Broadway. È questo lo straordinario viaggio che propone “Dalla lirica alla canzone di Lucio Dalla”, il secondo concerto del “Magna Grecia Festival Estate 2012, la rassegna organizzata dal Comune di Taranto, in collaborazione con l’Orchestra ICO della Magna Grecia. Il concerto si terrà stasera 17 luglio, alle ore 20.30, nella splendida location del Teatro “Arena” della Villa Peripato. Sul palco si esibiranno l’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Roberto Molinelli e Anna Maria Chiuri (nella foto), mezzosoprano che eccelle da anni nel repertorio tradizionale lirico.

Questo concerto presenta un programma particolarmente accattivante e insolito, reso possibile dagli arrangiamenti curati dallo stesso Roberto Molinelli. Anna Maria Chiuri, infatti, canterà alcune arie famose da celebri opere: la “Chanson bohème” e la “Habanera” dalla Carmen di Bizet, “Voi lo sapete o mamma” da La Cavalleria rusticana di Mascagni, e “Mon coeur s’ouvre à ta voix” da Samson et Dalila di Saint Saëns. Poi il mezzosoprano si dedicherà al repertorio della grande canzone d’autore italiana che sarà eseguito, in inediti arrangiamenti, nelle sonorità tipiche della orchestra sinfonica. Non potranno non ammaliare e emozionare il pubblico i classici della canzone italiana, da “Caruso” di Lucio Dalla a “Vedrai Vedrai” di Tenco, da “Volta la carta” a “la canzone di Marinella” di De André. Non solo musica italiana: Anna Maria Chiuri canterà anche alcune celebri canzoni tratte dai musical americani: da Jesus Christ Superstar a il Mago di Oz da Cats a My fair lady. Lo stesso percorso musicale sarà realizzato in alcuni brani strumentali dall’orchestra che, infatti, suonerà “Intermezzo” della Cavalleria Rusticana, “Nel blu dipinto di blu” e i temi dei musical americani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche