20 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Spettacolo

“Tessere d’Arte” nel centro storico

Tre location per gli appuntamenti di Giovedì e Venerdì Santo


TARANTO – Così come lo scorso anno, anche in questa sua 4a edizione il “Mysterium Festival” – l’evento organizzato dal Comune di Taranto e dall’Istituzione Concertistico Orchestrale “Magna Grecia” – nella giornata di domani, Giovedì Santo e di Venerdì Santo (14 aprile), propone “Tessere d’Arte”: si tratta di spettacoli che, con inizio alle 20 e alle 21,30, saranno replicati per due volte in ognuna delle due serate, con ingresso libero e gratuito. Gli spettacoli si terranno in tre differenti location nel centro storico: Chiostro di Santa Chiara (Tribunale dei Minori), Castello Aragonese e Palazzo di Città.
Nell’atrio di Palazzo di Città si terrà “Metamorfosi”, performance che insieme il musicista Loris Lombardo – solista all’handpan, uno strumento innovativo – vedrà esibirsi Stefania Bruno: la sand artist, usando la sabbia, dal vivo creerà e darà respiro a storie, quadri d’oro che mutano secondo il volere dell’artista. La straordinaria eleganza dei ritmi artistici, accompagnata dalla musica dell’handpan, scuote così i granelli di sabbia ricreando forme istantanee dell’anima di luce.
Nel Salone degli Specchi è prevista la performance “#pellegrinaggio” del musicista Danilo Tarso: improvvisando al pianoforte, l’artista “racconterà” il percorso pieno di rischi, fatiche, emozioni e sensazioni che l’individuo affronta in cambio della salvezza divina ottenuta con il pellegrinaggio. La sua “Triduo Pasquale” è una suite che rappresenta in musica le emozioni e le visioni vissute dal pellegrino nelle ultime fasi cruciali della Settimana Santa.
Nel Chiostro di Santa Chiara (Tribunale dei Minori) la Compagnia teatrale “Il carro dei comici” porterà in scena “Il canto dei Getsemani”, un reading teatrale nel quale i linguaggi artistici s’intrecciano “tingendo” la Sacra Passione di Cristo non solo di sangue, ma anche di poesia e di musica. I testi, tratti da Jacopone da Todi, Alda Merini, Francesco Tammacco, Erri De Luca, Boris Pasternak, Don Tonino e Mariangela Gualtieri, saranno interpretati dalle voci di Francesco Tammacco, Rosa Tarantino e Pantaleo Annese. Le musiche sono tratte dal Laudario 91 di Cortona e da brani di G. Pergolesi, G.B. Martini, M. Frisina e A. Amenduni.
Nel Castello Aragonese si terrà, a cura di Ludovica Rambelli Teatro, “Salvi per Miracolo”, una suggestiva performance con le rappresentazioni viventi di alcuni quadri famosi di Caravaggio e delle immagini della Madonna tratte dall’iconografia popolare partenopea e tarantina, realizzate dagli attori-performer dei Tableaux vivants.“Costruiti sulla musica”, i quadri viventi sono composti con mezzi limitati: stoffe, pochi oggetti e, soprattutto, i corpi degli attori che, facendosi modelli ed attrezzisti, compongono dinanzi agli occhi degli spettatori le tele.
Sempre nel Castello Aragonese, inoltre, è possibile visitare gratuitamente “Ad sidera tollere vultus: metamorfosi, segni, suoni, sensi”, una percorso multimediale e interattivo multisensoriale che, a duemila anni dalla morte di Ovidio, approfondisce il senso interiore della “Metamorfosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche