29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 11:00:10

Spettacolo

Un saggio dedicato a S. Giuseppe Moscati


TARANTO- Con la presentazione di padre Massimo Rastrelli, presidente della Consulta nazionale delle Fondazioni antiusura, viene pubblicata una nuova ed elegante edizione aggiornata, rivista in termini editoriali e sul piano scientifico, del saggio dedicato a San Giuseppe Moscati dal titolo “Giuseppe Moscati. Nella vita nascosta con Cristo in Dio”, (Edizioni Nemapress, con Progetto del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”). La ricerca è stata coordinata e introdotta da Micol Bruni. Nel nuovo studio si articolano scritti di studiosi come Gerardo Picardo, Marilena Cavallo, Neria De Giovanni, Giulio Rolando, Tommaso Romano, Maria Giovanna Russo Caradonna, Carmen De Stasio, padre Salvatore Discepolo S.J. e Micol Bruni, (che ha curato l’intera ricerca con una ampia introduzione).

La Postfazione, con un originale racconto, è di Pierfranco Bruni, presidente del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”. Il lavoro si arricchisce con una nota scientifica biografica di Micol Bruni e la presentazione è di padre Massimo Rastrelli. Nel presentare e annunciare la nuova edizione del saggio su San Giuseppe Moscati Pierfranco Bruni ha chiamato in causa il Liceo Moscati di Grottaglie. “Ha completamente dimenticato la figura del Santo ha sottolineato nonostante ci sia un Liceo, quindi una struttura educatica e culturale, che porta il nome di San Giuseppe Moscati non ci sia stato nel corso di questi mesi, e in occasione anche di appuntamenti importanti e anniversari, il minimo cenno a San Giuseppe Moscati. Questa mancanza di sensibilità è il segno tangibile di uno scollamento tra la storia di una eredità educativa e la realtà territoriale. Il Liceo, ha affermato Bruni, porta il nome di Moscati ma a nessuno è venuto in mente di far conoscere ai ragazzi, con una manifestazione aperta, chi è stato Moscati e quali rapporti ha avuto con la comunità meridionale e come viene considerato ed è stato considerato da un papa come Giovanni Paolo II”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche