Spettacolo

Premio Satyrion al Castello Muscettola


LEPORANO – Il Castello Muscettola di Leporano è pronto ad accogliere personalità, studiosi, storici, ospiti e turisti per la cerimonia finale del premio internazionale “Satyrion per l’archeologia”. Giunto quest’anno alla 14esima edizione, il riconoscimento sarà conferito il 24 agosto alla prof.ssa Angela Pontrandolfo, docente di archeologia all’Università di Salerno, che si inserisce così a pieno titolo tra le personalità di alto profilo scientifico presenti nell’albo d’oro del premio. Il “Satyrion per l’archeologia” nasce nel 1998 da una idea che diventa subito sfida: quella di considerare la zona archeologica di Saturo come volano per un rilancio del turismo culturale, con ricaduta di tipo socio-economiche e, allo stesso tempo, come motivo per riscoprire le nostre radici magnogreche, grazie all’oscuro e faticoso lavoro di studiosi e archeologi, scopritori di antiche civiltà sepolte dall’oblio del tempo e dall’incuria degli uomini.

Il “Satyrion” nel corso degli anni si è sempre più caratterizzato per la sua peculiarità di premio unico nel suo genere a livello nazionale. Da qui la curiosità prima ed il costante successo dopo, ottenuto grazie anche alla umile e preziosa disponibilità di archeologi di fama internazionale che, con la loro presenza, hanno onorato la terra di Saturo. Ricca la cerimonia di premiazione con la consegna anche del riconoscimento “Clari vivi” al magistrato Augusto Bruschi, al presidente Asi Emanuele Papalia e all’attore Michele Riondino. Organizzata dalla Pro Loco e patrocinata dal Comune di Leporano, dalla Regione Puglia, dalla Soprintendenza archeologica della Puglia e dal Ministero per i beni culturali, la manifestazione sarà allietata dalle coreografie di Valentina Pulieri, dal duo di chitarra Ivan Romanazzi e Fabio Tuzzi, dall’esibizione dell’Europa Chorus diretto da Mjriam Mingolla e dal pianista Angelo Gabriele Gentile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche