29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Spettacolo

I Terraròss suonano con Pierdavide Carone


TARANTO – I Terraròss il primo giorno di settembre saranno in concerto a Castagnole delle Lanze, al Contro Festival ,con uno dei primi componenti del gruppo, Pierdavide Carone. Il tuo percorso musicale ha avuto inizio con i Terraròss. Quanto ti è servita la conoscenza della musica popolare ? Ci tengo a precisare che il mio percorso non è proprio cominciato coi Terraròss, bensì con i Whiskey & Cedro, coi quali facevo rock italiano. I Terraròss sono arrivati qualche anno dopo, ma è stata un’esperienza importantissima per la mia forma mentis, proprio perché venivo dal rock, che è un genere bellissimo, ma che si è insediato dopo nell’immaginario collettivo italiano, mentre la musica dei Terraròss è molto più radicata, ovviamente, e non solo nell’Italia, ma ancora più precisamente nella Puglia, la mia Puglia.

Che ricordo hai dei concerti con I Terraròss? Prima dei Terraròss ero un chitarrista di un gruppo rock: scrivevo le musiche, ma ero un musicista, non un front man, e non avevo la più pallida idea di come lo si facesse. Grazie ai Terraròss, al loro essere consapevolmente naif, ovviamente in senso lato, ho appreso la capacità di essere un istrione, oltre che un musicista. Dominique è un grande istrione, ed è per questo che l’ho voluto al mio fianco durante le prime due tournèe da solista, il Tour Pop e il Distrattamente in Tour Personalmente è stato di grande aiuto averlo con me in giro in questi primi due anni di carriera solista, mi ha aiutato ad essere più sciolto. È bello tornare a condividere il palco con degli amici con cui ho passato tre anni della mia vita, anche se poi le strade si sono divise. Hai avuto la fortuna di collaborare con Lucio Dalla. Mi ha dato una consapevolezza che nessuna targa o nessun premio può darti, perché lui era la massima espressione dell’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche