25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 22:11:00

Spettacolo

Paisiello al MuDi tra sacro e profano

Si celebra il compositore


Fuori programma del “Giovanni Paisiello Festival” domani, 14 settembre, sempre al MuDi (Vico Seminario I – Città Vecchia), con l’esecuzione delle musiche dell’oratorio sacro «Passione di Nostro Signore Gesù Cristo» e dell’opera lirica «Il Barbiere di Siviglia», lavori entrambi datati 1782, durante il soggiorno del compositore tarantino in Russia.

Nel chiostro del Museo diocesano sarà raccontata la storia di due generi, partendo idealmente dal dipinto a olio su tela di Tiziano “Amor sacro e amor profano”. Storia che, suddivisa in due parti, nella prima proporrà, quale recupero della Notte paisielliana rinviata venerdì scorso per il maltempo, lo spettacolo «U’ scrupule de pietre», un libero adattamento (con testi in dialetto) dall’oratorio la «Passione di Nostro Signore Gesù Cristo» su testo di Metastasio firmato da Giovanni Guarino per il laboratorio urbano “I neri per strada”; nella seconda, invece, dal “Barbiere di Siviglia” – prossima opera in cartellone il 25 e 26 settembre – saranno riproposte le arie più belle di corteggiamento e innamoramento tra Rosina e Lindoro, personaggi interpretati rispettivamente dal soprano Valeria La Grotta e dal tenore Fabio Perillo, accompagnati al clavicembalo da Michele Renna.
Il Festival, diretto da Lorenzo Mattei ed organizzato dagli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», gode del sostegno di Mibac, Regione Puglia, Comune di Taranto, Puglia Promozione e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio.
L’inizio dello spettacolo è previsto per le 21.
Per maggiori informazioni e prevendite rivolgersi al numero telefonico 099:7303972 oppure visitare il sito internet www.giovannipaisiellofestival.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche