Spettacolo

Miss Italia, Giulia Gallo spera nel ripescaggio


TARANTO – Miss Italia: per la tarantina Giulia Gallo la speranza di essere ripescata corre sul web. E’ stata eliminata ieri sera ma potrebbe tornare in gara grazie ad una votazione che può esser effettuata sul sito www.missitalia.rai.it fino alle 20.30 di oggi. Diciotto anni, studentessa del liceo scientifico Archita, con la passione del teatro e della recitazione, prima di arrivare alle finali di Montecatini Terme è stata eletta Miss Taranto e Miss Benessere Specchiasol Puglia. Stasera in diretta su Rai1 Fabrizio Frizzi condurrà la finale della la 73a edizione del Concorso Nazionale dedicato alla bellezza che per due serate, precedute dall’access dal titolo: “Promosse o Bocciate e “Ora o mai più”.

La corsa verso l’elezione, però, quest’anno è ancora più dura: le pretendenti al titolo sono passate da 101 a 42, di cui 21 Miss regionali e 21 ragazze selezionate attraverso un voto ponderato del 50% decretato dalla giuria tecnica, sempre nella giornata di ieri prima dell’orario di chiusura del televoto. Il restante 50% è stato attribuito dal televoto (attraverso il numero 894.424 da fisso e quello 47222 da mobile) che si è aperto il 7 settembre, durante l’ultima anteprima in seconda serata, e si è chiuso ieri alle ore 19. A presiedere la giuria, ieri sera, è stata la campionessa di nuoto olimpica, Federica Pellegrini, reduce dalle Olimpiadi di Londra. Mentre non è stato ancora svelato il nome del Presidente che nella serata finale, stasera, avrà il compito di decretare Miss Italia 2012. Molti gli ospiti durante le due serate televisive: da Cesare Cremonini, ospite musicale di ieri, che ha intrattenuto ed emozionato i telespettatori con i brani del suo ultimo lavoro, ”La teoria dei colori”, a Biagio Antonacci, ospite musicale di stasera, campione di classifiche da quattro mesi e protagonista indiscusso dell’estate con il suo ultimo singolo “Non vivo più senza te”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche