18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Spettacolo

Tutto pronto per il Convegno della Magna Grecia


TARANTO – Prende il via giovedì 27 settembre la cinquantaduesima edizione del Convegno Internazionale di Studi sulla Magna Grecia sul tema “La Magna Grecia da Pirro ad Annibale”, affrontato da oltre trenta relatori e integrato dagli interventi dei Soprintendenti di Napoli e Pompei, della Puglia e della Basilicata che presenteranno i risultati della ricerca svolta nel corso dell’anno nei territori di rispettiva competenza. Il Convegno – di sicuro tra i più qualificati e longevi degli eventi nel variegato panorama della cultura internazionale – verrà illustrato agli organi d’informazione dal prof. Aldo Siciliano, nella sua veste di presidente dell’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, che lo promuove dopo avere raccolto l’eredità del prof. Attilio Stazio, e dal prof. Mario Lombardo, che presiede e coordina il Comitato Scientifico.

Alla presentazione – che avrà domani alle 11 alla Cittadella delle Imprese (in Viale Virgilio n. 152) – sono stati invitati a partecipare i rappresentanti della Regione, del Comune di Taranto, della Provincia, della Camera di Commercio, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, della Marina Militare, e della Fondazione Taranto e la Magna Grecia, enti che fiancheggiano e sostengono l’Istituto Magna Grecia nella complessa, e non sempre facile sul piano economico, organizzazione del Convegno, che si svolgerà fino a domenica 30 settembre nelle due prestigiose e accoglienti sedi dell’Auditorium del Polo Universitario Jonico (ex Convento di San Francesco, nel Centro Storico) e del Castello Aragonese. Tema generale del Convegno “La Magna Grecia da Pirro ad Annibale”. Il convegno si aprirà giovedì 27 nella sede dell’università in via Duomo. “Beni archeologici e contesti archeologici: tutela totale o tutela selettiva?” Di questo discuterà L. Malnati, Direttore Generale Mibac. A seguire le conferenze “Macedonia ed Epiro tra Filippo e Pirro” ed “Il Canale d’Otranto tra IV e III secolo”. La prima giornata finirà con la relazione sulle attività della Soprintendenza Archeologica della Puglia. Si proseguira venerdì con la sezione A. Il contesto e i processi storici. Conferenze su “Magna Grecia e Sicilia da Agatocle a Pirro”, “La ‘crescita’ di Roma tra IV e III secolo”, “La guerra annibalica: premesse e conseguenze” e “La presenza cartaginese in Italia meridionale: aspetti politici, istituzionali e sociali”. Seguirà la sezione B Insediamenti, territori, produzioni e scambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche