02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00

Spettacolo

Polimeni debutta “Nel segno innocente dell’arcobaleno”


TARANTO – Alla Galleria Comunale del Castello Aragonese stasera alle 18 debutta un giovane artista, Francesco Polimeni, alla sua prima esposizione con una mostra di pittura dal titolo “Nel segno innocente dell’arcobaleno”. L’autore trae spunto dal pensiero del Foscolo: “L’arte non consiste nel rappresentare cose nuove, bensì nel rappresentarle con novità”. Il progetto curato artisticamente da Giovanni Amodio è stato organizzato da Raffaella De Giorgio, Giovanni Polimeni, Giovanni Amodio, Salvatore Carparelli e Antonio Rolla. Il catalogo si avvale degli interventi di Giovanni Amodio (presentazione) Cosimo D’Angela (docente Università di Bari), Antonio Rolla e Piernicola Zampini (docenti del liceo artistico Lisippo di Taranto) che hanno seguito il percorso di studi del giovane artista e Salvatore Carpinelli, Mario Giaracuni, Lina Ricobene e l’omaggio poetico di Antonella Puzzangara.

Nel segno “innocente“ di Francesco Polimeni, i colori dell’arcobaleno recuperano il valore primario della cromatica all’interno di composizioni di prima intenzione, nelle quali le varie influenze dei maestri (da Gentilini a Giacometti, da Magrette a Mirò e soprattutto Kiko Arguelllo) non guardano al modello in senso imitativo, ma bensì in direzione suggestiva, poi ri-creata dalla libera fantasia quasi fauveristica di Polimeni. Cinquantacinque le opere esposte: “Rispondono – come spiega nella presentazione Amodio – a un progetto mediato ed esteticamnte curato, racchiudendo gli aspetti più vari delle tematiche, tra soggetti immanenti e quelli e quelli specificatamnte trascendenti che si irradiano dal suo percorso costante di fede”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche