02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00

Spettacolo

Taranto in pellicola. La presentazione del documentario


TARANTO – “Tour de Movie” é il nome dell’evento presentato dall’Associazione di Promozione Sociale Eris in collaborazione con l’Adv The Howlers, il collettivo Occupy-ArcheoTower e l’Associazione Culturale CIne RhApsodus Novi Operis. Per domani alle 21, presso l’Archeo Tower, il consueto appuntamento del “Tour de beer” organizzato dagli Howlers indossa una veste cinematografica, all’interno degli spazi autogestiti dall’Occupy-ArcheoTower verrà proiettato il documentario “Taranto in pellicola”. L’associazione Cinerapsodi, vincitrice del Bando regionale Principi Attivi 2010 – Giovani idee per una Puglia migliore, presenterà un documentario sui percorsi cinematografici di Taranto e provincia, a cura di Giovanna Lamura, Luigi Ferrucci e Delia De Marco con la partecipazione di Gianluca Ciardo.

“Taranto in pellicola” è il titolo del documentario che racconta il territorio di questa città e della sua provincia attraverso l’occhio del cinepresa, offrendone un immagine complessa, che risulta essere affascinante proprio per i suoi contrasti e fonte di ispirazione per molti registi da Roberto Rossellini con “La Nave Bianca”, girato e prodotto nel 1946, a Pierpaolo Pasolini con “Il Vangelo secondo Matteo” (1964) a Lina Wertmüller (nella foto) con “Io speriamo che me la cavo” (1992) a Edoardo Winspeare con “Il Miracolo” (2003). L’opera documentaristica, analizzando i più celebri film girati in questo territorio, propone dei veri propri percorsi cinematografici che raccontano molto della storia della città di Taranto, anche grazie alle lezione del critico cinematografico Massimo Causo, alla testimonianze del regista Edoardo Winspeare e quelle degli attori tarantini quali Michele Riondino, Anna Ferruzzo e Giulio Beranek. “Taranto in pellicola” permette allo spettatore, di scoprire una territorio dove il rapporto con il mare e allo tesso tempo con l’industria, lo rendono un posto privilegiato, specie per il cinema che già da tempo ha trovato spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche