Spettacolo

​Torna la Napoli di De Filippo con “Filumena Marturano”​

Il 27 aprile al Tarentum nella versione curata dalla compagnia “Caracciolo”


Torna in scena la
Napoli del grande De Filippo con
un classico del commediografo
partenopeo: “Filumena Marturano”.

A portare al Tarentum (l’auditorium
in via Regina Elena, 122) l’avvincente e tanto rappresentata storia
di questa donna realmente vissuta
nel dopoguerra sarà la compagnia
“Angelo Caracciolo”.
L’appuntamento, in cartellone per
la rassegna “Poltronissima” (direttori artistici Lino Conte e Aldo
Salamino), è fissato per il 27 aprile,
con sipario alle 21 (ingresso in sala
dalle 20,15).

La trama, come si accennava, è tra
le più celebri della storia del teatro
italiano: Filumena è un ex prostituta
che si finge agonizzante per costringere il suo convivente, Domenico
Soriano, a sposarla, nonostante
questi sia invaghito di un’altra giovane donna.
Scoperto l’inganno, Don Domenico
è risoluto ad annullare le nozze,
allorché Filumena gli rivela di essere madre di tre figli cresciuti di
nascosto, di uno dei quali pare sia proprio lui il padre …ma i figli, per
Filumena, sono tutti uguali.
Eduardo riversa in Filumena drammi, speranze e valori, nonostante il
tempo, sempre forti e attuali.
Questi i protagonisti: Angelo Caracciolo nel ruolo di Domenico
Soriano; Fabiana Boccuni in quello
di Filumena Marturano; Antonella
Cervino è Rosalia Solimene; Vito
Garrammone è Alfredo Amoroso;
Vincenzo Di Bartolo è Riccardo;
Mattia Enrico interpreta Umberto;
Grazia Vozza nel ruolo di Diana;
Lino Ciccarelli è l’avvocato
Nocella; Anna Cardone è invece
Lucia; Antonella Masella nel
ruolo della sarta; Ferdinando
Fiorenza nelle vesti del primo
facchino e Umberto Carucci è
il secondo facchino.

La regia è
curata da Angelo Caracciolo.

I
biglietti sono venduti al costo di
10 euro per la platea, 8 euro per
la galleria laterale, 6 euro per la
galleria centrale. Per info e prevendite sono a disposizione i numeri 3427103959 e 3923096037.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche