05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Spettacolo

Il liceo Archita celebra il Giorno della Memoria


 

Il Giorno della Memoria, con cui si ricorda l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e la liberazione di migliaia di ebrei, rappresenta un momento importante, nella scuola, per far conoscere ai giovani le leggi razziali, la Shoah, le vicende della guerra nazi-fascista, le deportazioni, ma anche per affrontare tematiche quali la dignità, i diritti, la tolleranza.

 

Nell’ultimo decennio il Liceo “Archita” ha promosso numerose iniziative che hanno coinvolto docenti e studenti di tutte le classi in un lavoro meticoloso di approfondimento che, lungi dal ricadere in vuote forme ritualistiche, si è posto come strumento di conoscenza, capacità di lettura del passato e del presente, orientamento critico per progettare il futuro.

 

Anche per il Giorno della Memoria 2013 il Liceo “Archita”, in collaborazione con l’Assessorato Scuola-Università della Provincia di Taranto nella persona dell’assessore prof. Francesco Saverio Massaro, e con il Patrocinio delle Amministrazioni Provinciale e Comunale, organizza una serie di iniziative.

Domani, nel Salone di Rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale, alle ore 10,si terrà un momento di riflessione sul ruolo svolto dalle organizzazioni umanitarie, in modo particolare la C.R.I., a favore degli ebrei, dei profughi, dei prigionieri in tutta l’Europa martoriata dalla guerra.

 

La relazione, dal titolo Diplomazia umanitaria e Shoah, sarà tenuta dal prof. Vittorio De Marco, docente di Storia contemporanea presso l’Università del Salento.

 

Nel corso dell’incontro, rivolto agli studenti del Liceo, ma anche alla cittadinanza, si svolgerà un reading di poesie tratte da Breviario tedesco di Bertold Brecht, intellettuale tedesco che più di tutti si espresse contro l’assurdità delle guerra, denunciando apertamente le logiche di potere del Fuhrer (“l’imbianchino”) e di “quelli che stanno in alto”.

 

L’iniziativa si avvalrà anche della testimonianza degli studenti che, dal 12 al 18 gennaio, hanno partecipato al viaggio ad Auschwitz con il Treno della Memoria, organizzato dalla Regione Puglia e dall’Associazione “Terra del fuoco”. Intermezzi musicali saranno curati da alcuni allievi che proporranno al pubblico le ballate di Fabrizio De André contro la guerra.

 

Il 26 gennaio sarà invece proiettato per gli studenti del biennio un film che affronta in modo molto coinvolgente e originale il tema della Shoah: “La chiave di Sarah” di Gilles Parquet-Brennei, mentre lunedì 28 si svolgeranno assemblee di inter-classe tenute dai ragazzi che hanno vissuto l’esperienza del viaggio ad Auschwitz. A febbraio sono infine previste visite al Museo della Memoria e dell’Accoglienza di S. Maria al Bagno (Lecce). 

Al Liceo “Archita” il Progetto “Cultura della Memoria” è curato dalle proff.sse Loredana Flore, Francesca Poretti e Adalgisa Villani.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche