Venerdì 18 gennaio con il trio "Three in one"

Tango e non solo al Museo del Primitivo

Quarto appuntamento con la rassegna "Acustica" a Manduria

Spettacolo
Taranto mercoledì 16 gennaio 2019
di La Redazione
La violinista Ivana Comito
La violinista Ivana Comito © n.c.

A ritmo di tango, ma non solo, venerdì 18 gennaio al Museo del Primitivo per la rassegna musicale “Acustica” che vede la direzione artistica di Salvatore Moscogiuri.
Protagonisti di questo quarto appuntamento saranno il pianista Paolo Vergari, il sassofonista Giovanni De Luca e la violinista Ivana Comito. Ovvero, il trio “Three in one”, progetto musicale che propone un programma che abbraccia, principalmente, sonorità latine spaziando, però, attraverso altri repertori, tra ‘800 e ‘900, sperimentando nuovi intrecci strumentali, a partire dalla tradizione.
In scaletta il tango di Gardel e Piazzolla, le contaminazioni tra jazz e flamenco in Iturralde, le aperture sinfoniche di Gershwin, l’opera di Massenet, il Paganini più melodico.
 

Giovanni de Luca è giunto presto a esperienze di palco in sale e teatri europei di prestigio, per rilevanti eventi internazionali come il Congresso Mondiale del Saxofono “SaxOpen” di Strasburgo e il World Saxofone Congress 2018 di Zagabria, al quale ha partecipato da solista. Fra le sue produzioni sono da menzionare il cd “Omaggio a Galliano” e il disco Viaggio nel ‘900, realizzato in collaborazione con il pianista Francesco Silvestri.
Anche
Paolo Vergari ha tenuto concerti in importanti teatri e festival internazionali: le sue interpretazioni sono stata trasmesse, tra le altre, dalla Rai, da Telemontecarlo, da Radio France, da SenadoTv Brasile. In Cinasi è esibito nei più prestigiosi teatri del Paese. Numerose sono le sue collaborazioni e le incisioni di rilievo, tra le quali la pubblicazione in prima assoluta dei 40 Studi di perfezionamento di Gino Tagliapietra e l’integrale dei Concerti per Pianoforte e Orchestra di Gian Francesco Malipiero.
Dal canto suo Ivana Comito ha raccolto successi in diversi concorsi internazionali e collezionato esperienze di notevole spessore artistico, in importanti contesti. Si è esibita come solista con l’Orchestra Filarmonica della Romania, con l’Orchestra Sinfonica dell’Università di Parma, con l’Orchestra Filarmonica Italiana di Trento, con l’orchestra statunitense del “Rome Festival”. In altre occasioni e in diverse formazioni ha suonato davanti a Papa Benedetto XVI e a ministri della Repubblica. Ingresso gratuito. Start ore 20.
Prima del concerto, ci sarà un breve spazio dedicato al progetto “Suoni solidali - la musica per il sociale”, abbinato ad Acustica e finalizzato alla promozione del volontariato.

Lascia il tuo commento
commenti