Spettacolo

Con Lusi la grande musica torna al Tatà


Con il pianista Gianluca Luisi, il 4 aprile al TaTà, torna la grande musica classica all’auditorium Tatà di Taranto, nell’ambito della 69a Stagione Concertistica dell’Associazione “Amici della Musica”, organizzata sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Puglia, della Provincia e del Comune di Taranto.

Dopo una eccellente e variegata serie di concerti e di spettacoli dal vivo (danza contemporanea, flamenco, recital, musica tradizionale catalana), la nota istituzione musicale tarantina invita tutti gli Amici della Musica al concerto solistico di uno dei più noti e interessanti strumentisti contemporanei.

Gianluca Luisi ha studiato e si è perfezionato con alcuni fra i maggiori pianisti contemporanei, come Piero Rattalino Riccardo Risaliti, Boris Petrushansky, Lazar Berman, Sergio Perticaroli, Aldo Ciccolini. Ha suonato in alcuni dei più prestigiosi templi della musica colta, come Carnegie Hall (New York), Royal Albert Hall (Londra), Bach Festival (Lipsia), Bach Tage (Potsdam), Liederhalle (Stoccarda), Concert Hall Nagoya (Giappone).

Dopo aver vinto numerosi concorsi nel marzo 2001 vince il primo premio del 4o concorso Internazionale J.S. Bach di Saarbrucken, concorrendo con altri 54 pianisti provenienti da 26 paesi diversi, e viene acclamato dalla critica tedesca come un nuovo, straordinario interprete della musica di Johann Sebastian Bach. Al Tatà, Gianluca Luisi presenterà un programma tutto dedicato a Franz Liszt, nei suoi rapporti con altri fondamentali musicisti della tradizione colta occidentale, come Wagner, Verdi (nell’anno del loro centenario dalla nascita), Gounod e Paganini, dal cui famoso brano “La Campanella” Liszt realizzò un entusiasmante “studio” che Luisi suonerà in questa occasione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche