28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 11:48:46

Spettacolo

Petruzzelli, il bilancio ora torna in attivo


BARI – Esempio di sana gestione quello operato dal Commissario Carlo Fuortes, inviato a Bari dal ministero dei Beni Culturali dopo tre anni di perdite che avevano raggiunto complessivamente la cifra di circa 8 milioni di euro. La nuova gestione è stata contraddistinta da un attivo di 64.210,71 euro. “Con la diminuzione dei costi di esercizio” ha affermato Fuortes “le spese per il personale sono passate da circa 8 milioni nel 2011 a 6 milioni e 452.318 euro, con incremento delle recite e l’ aumento di produttività di tutte le maestranze”.

Il commissario ha continuato criticando la gestione precedente e sottolineando che uno dei problemi era la politica occupazionale non rivolta specificatamente alla produzione perchè si assumeva personale in modo indipendente dalle produzioni. Ridotta la spesa anche dei servizi del 21,6%, da 6.530.372 nel 2011 a 5.120.884 di euro nel 2012. Dimezzato anche il costo medio per recita di opera e balletto: da 610,946 euro a 375,171 euro nel 2012. “Nel complesso, quindi, questi tagli hanno consentito di riportare i conti in pareggio e questo è un elemento fondamentale per qualsiasi azienda” ha detto Fuortes, così come la situazione patrimoniale è nuovamente positiva, circa un milione di euro, grazie anche “alla Regione che ha dato un contributo straordinario di 2 milioni di euro e alla Provincia di Bari con 400 mila euro, che sono serviti a coprire le perdite pregresse, nonostante un taglio di 450mila euro operato dal Comune di Bari.” Nonostante ci sia un utile netto positivo”, ha concluso Fuortes, “il percorso finanziario non è completato e chiediamo ai soci un ulteriore sostentamento che potrebbe consentirci, alla fine del 2013, di diventare un nuovo modello di gestione di un ente lirico”. “A rendere positivo il bilancio hanno contribuito, ha continuato Fuortes, l’aumento del numero delle recite, dal 30 al 40 per cento, dato che può ancora migliorare, quello della domanda e quello degli incassi per una netta diminuzione del numero dei biglietti omaggio. Si è riusciti a risanare il debito”, ha sottolineato Fuortes, “con un decremento sia delle spese del personale sia di quelle dei servizi sempre a fronte di un aumento della produzione. Sono anche diminuiti i biglietti omaggio ed i costi del personale e dei servizi del circa 20%”. Parole nette e chiare quelle del commissario Fuortes, il cui impegno esemplare è stato elogiato dal Presidente della regione Puglia Nichi Vendola, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione del bilancio consuntivo del 2012 del Teatro Petruzzelli, con il Presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli, il consigliere della Camera di Commercio di Bari, Benny Campobasso e l’assessore alla Cultura, Mediterraneo e Turismo della Regione Puglia Silvia Godelli. “Il Commissario straordinario Carlo Fuortes” ha a sua volta affermato Vendola, “ha compiuto un’operazione rara in Italia. Ha risanato un’azienda nel rispetto dei diritti dei lavoratori. Era apparentemente un’operazione impossibile. Invece lui ce l’ha fatta. Ha realizzato un’operazione straordinaria”. Dopo tre anni di perdite, il bilancio consuntivo del 2012 del Teatro Petruzzelli di Bari si è chiuso con un utile di 64mila euro.

Gaetano Laudadio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche