21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 19:54:00

Spettacolo

“Vorrei danzar con te”, Musicarchita 2013


“Vorrei danzar con te, la notte e il di così e stringerti a me. Vorrei cantar con te, vorrei sognar con te perché sei tu l’amor”.

La danza, il canto, il sogno, l’amore sono tutti contemplati nella proposta artistica di “Musicarchita 2013” che porterà sulle scene dell’Arena della Villa Peripato nei prossimi giovedì e venerdì, 13 e 14 giugno, alle 20.30, lo spettacolo “Vorrei danzar con te” liberamente tratto da My Fair Lady uno dei più grandi trionfi del teatro musicale leggero teatro musicale.

Il progetto del liceo Musicale Archita e i dettagli dello spettacolo sono stati illustrati ieri mattina nel corso di una conferenza stampa che si é tenuta presso la Sala Specchi di Palazzo di Città. A parlare dell’evento sono stati il dirigente scolastico del Liceo Statale Archita, Michele Marangi, la referente del Corso del Liceo musicale Archita, prof.ssa Maria Antonietta Carola, che ha adattato la sceneggiatura dello spettacolo e l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Taranto, Giorgia Strippoli. L’evento organizzato dal Liceo Statale Archita si avvale dei patrocini del Comune di Taranto e del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, che hanno sostenuto l’iniziativa.

L’orchestra é composta da: Emanuele Albanese, Barbara Ancona, Desiré Cuscito, Valeria Di Stani, Alessandra Sacco, Sabrina Epifani, Matteo Mastromarino, Luigi Romani, Marco Anastasia, Alessandro Cosmani, Domenico Liuzzi, Giuseppe Vitti, Gianluigi Calò, Michele Paciulli, Andrea D’Oronzo, Francesco Lorenzo, Antonio Atremo, Nicola Castellana, Marco Nigri, Giulio Lomartire, Zaira Bruno, Francesca Cacciotta, Cristina De Pasquale, Cristina Di Maggio, Maria Di Maggio, Lucrezia Di Michele, Danilo La Grotta, Federico Marzo, Miriana Liotino, Flavia Lippolis, Maria Quarato, Ilaria Ruggiero, Margherita Scarcia, Federica Strusi, Chiara Lippolis, Carla Milda, Alessandra Iacca. Diversi anche gli interpreti, coordinati dalla regia di Maria Antonietta Carola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche