x

x

SeL fuori dal Consiglio. Cataldino affila le armi

Mentre i vertici di SeL spiegavano come rilanciare l’attività dell’Amministrazione comunale, l’ultimo consigliere vendoliano lasciava il gruppo.

Quella vissuta da Sinistra Ecologia e Libertà è stata senza dubbio una mattinata tribolata. Francesco Di Giovanni, infatti, ha deciso di aderire al gruppo di Realtà Italia, composto da Filippo Illiano e dall’ex vicesindaco Gianni Cataldino. All’ormai ex consigliere di Sel anche l’incarico di capogruppo.

Il partito di Nichi Vendola, dunque, esce dal Consiglio comunale. Una circostanza che potrebbe avere ripercussioni in vista della nomina della nuova Giunta annunciata dal sindaco Ippazio Stefàno.

Si rafforza dunque la pattuglia guidata a livello regionale da Giacomo Olivieri che a questo punto potrà ambire ad uno scranno nel nuovo Esecutivo.

Discorso diametralmente opposto per Sel che, per bocca del consigliere regionale Alfredo Cervellera, assicura: “Non abbiamo bisogno di consiglieri per spingere l’Amministrazione verso il rilancio”. E, riguardo all’eventuale fuoriuscita dalla maggioranza “bisogna creare una Giunta di alto profilo, revocare il piano particolareggiato ed avviare il recupero urbanistico della città. Se non saranno rispettati questi punti programmatici passeremo all’opposizione”.

Una ipotesi che porta dritti al consigliere Dante Capriulo. Secondo le indiscrezioni raccolte in giornata, l’ex assessore al Bilancio potrebbe aderire a Sel restando all’opposizione. Ma, da noi contattato, Capriulo smentisce: “Nessuna adesione. Ho buoni rapporti dal punto di vista personale ma sul piano politico non c’è nulla”.

Intanto, Stefàno ha sistemato un primo tassello dell’intricato puzzle sulle nomine. Stamattina, nel corso del cda, il sindaco ha rinnovato di un anno il mandato di Federico Cangialosi alla presidenza dell’Amiu. Resteranno anche i consiglieri Rosa De Benedetto e Carmine Pisano.