x

x

Cinquestelle, è bufera su Mario Turco

Mario Turco

È plumbeo il cielo in cui si affacciano, fioche, le Cinque stelle. E nel conflitto a bassa intensità che squassa quello che è stato per una breve stagione il partito più votato d’Italia, finisce anche il senatore tarantino Mario Turco, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel governo Conte II. Come riportato da La Repubblica, “all’onestà e moralità stiamo aggiungendo anche le competenze e la professionalità”, una frase pronunciata da Turco, ora vicepresidente dei pentastellati, a SkyTg24 parlando del nuovo corso del Movimento guidato dall’ex premier Conte. Scrive Repubblica: «In chat è partita l’aperta contestazione nei confronti del vice di Conte, ma non solo.

“Si sta dicendo che quelli di prima era incompetenti e stupidi?”, è stata la domanda posta da Primo Di Nicola, membro della commissione di Vigilanza Rai. Ma anche un altro esponente di spicco della vecchia guardia come l’ex ministro Danilo Toninelli non l’ha presa bene: “Questo è un cortocircuito comunicativo, chi dice queste cose fa intendere che i cittadini hanno sbagliato a votarci nel 2018”. E se oggi i sondaggi hanno dimezzato il gradimento al M5s è perché evidentemente “ci vedono tali e quali agli altri”. A Toninelli, uno dei più amati dalla base del Movimento, non è andato giù neanche quanto detto da Conte ospite ad Atreju su Silvio Berlusconi che ha, o avrebbe, fatto “anche cose buone”».

Continua ancora l’articolo firmato da Matteo Pucciarelli: «“I nostri avversari che finora ci hanno dato degli incapaci allora avevano ragione…”, replica la senatrice Antonella Campagna. “Ormai si vuole rinnegare tutto e tutti, manca solo l’eliminazione fisica”, è l’amara battuta di Elvira Evangelista. Oppure Vincenzo Presutto: “Parole offensive che superano il limite”. Sempre Di Nicola ha poi aggiunto che in corso c’è un tentativo di riscrittura della storia del M5s, una storia che evidentemente viene disprezzata”. Insomma, reazioni e toni che dimostrano come, al di là delle dichiarazioni pubbliche di ottimismo, il clima dentro il M5s non sia ancora dei migliori». L’ultimo sondaggio sulle intenzioni di voto a livello nazionale, condotto da Swg, dà i Cinquestelle al 14,3%, mentre l’ex ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha annunciato la formazione di un nuovo partito. «Il vero Movimento 5 Stelle è concluso, sta diventando un’altra cosa. Non dico che non potrebbe fare bene, ma è alla ricerca di una sua identità. Il M5s di una volta è finito» ha dichiarato Trenta.