x

x

Pentassuglia: “Torneremo ad assumere. Soprattutto a Taranto”

“Per Taranto il mio impegno sarà indirizzato al recupero delle piante organiche, perché senza personale è praticamente impossibile fornire un servizio degno di questo nome all’utenza”.

Il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha firmato ieri pomeriggio il decreto di nomina del nuovo assessore regionale al Welfare e alla Sanità della Regione Puglia. Confermate le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi: sarà il consigliere regionale del Pd, Donato Pentassuglia, a partire dall’1 luglio, a sostituire Elena Gentile, eletta al Parlamento europeo. Dopo Fabrizio Nardoni, che detiene la delega alle Risorse Agroalimentari, si tratta del secondo tarantino nell’Esecutivo guidato da Vendola.

Contattato da Taranto BuonaSera, Donato Pentassuglia ha messo in chiaro: “Bisogna dare atto a tutto il personale impiegato nelle strutture pugliesi di aver profuso uno sforzo immane, mettendo al servizio dell’utenza tutta la loro professionalità, per far fronte al blocco delle piante organiche. Ora, però, soprattutto a Taranto, bisogna tornare ad assumere. Poi, tra ospedali e territorio, bisognerà lavorare su una azione di screening e monitoraggio”.

E, sulle liste d’attesa, il neo assessore ha dichiarato “meritano un discorso a parte perchè, in molti casi, non rispecchiano la realtà. In molti si rivolgono alla sanità privata senza disdire. Per iniziare, in questo caso, basterebbe attivare una azione concreta per “ripulire” le liste d’attesa”.

Il presidente della Direzione provinciale del Pd, Massimo Serio, si congratula con Pentassuglia. “La sua nomina è una notizia molto importante e positiva per il nostro territorio e rappresenta il giusto riconoscimento non solo dell’impegno profuso e della competenza dimostrata dal presidente della commissione regionale sanità, ma risponde anche all’esigenza di dare alla provincia di Taranto una maggiore rappresentanza nel governo regionale. Sono certo che Donato Pentassuglia saprà svolgere al meglio il difficile e importante compito che gli è stato affidato; gli faccio, a nome mio e della Direzione provinciale dei democratici jonici, i migliori auguri di buon lavoro”.