x

x

Il “No tax day” di Fitto per sfidare Berlusconi

BARI – “I contenuti sono il primo elemento che dobbiamo utilizzare come risposta ai tanti elettori delusi che non vanno più a votare”. E’ quanto ha dichiarato l’europarlamentare Raffaele Fitto durante la manifestazione che si è tenuta stamattina a Bari per il “no tax day” contro la politica fiscale del governo Renzi. “Dobbiamo parlare di organizzazione e della selezione di una classe dirigente che possa fare camminare bene questo contenuto – ha spiegato Fitto che ha glissato ogni domanda relativa a riferimenti fatti da Berlusconi sulla vecchia politica democristiana. “Lasciamo perdere le polemiche di questo tipo”.

La manifestazione antitasse organizzata dall’eurodeputato di Forza Italia, Raffaele Fitto, si è tenuto nel multisala Showille gremito di esponenti e simpatizzanti del centrodestra. Tra i “maggiorenti” tarantini presenti all’evento l’onorevole Gianfranco Chiarelli, il presidente della Provincia, Martino Tamburrano, ed il vicecoordinatore provinciale, Renato Perrini: “Questa manifestazione – dichiara Perrini – vuole essere una valida cartina di tornasole per chi è costretto a dover far fronte ad una tassazione spropositata soprattutto sulle case di proprietà”.

Per Fitto si tratta di “un’iniziativa nazionale importante, molto utile, che traccia la linea del nostro partito dal punto di vista programmatico. Noi abbiamo bisogno di tornare a parlare dei problemi della gente. Il tema della casa, che è sempre stato un nostro cavallo di battaglia, oggi evidenzia in modo molto chiaro la differenza che c’è tra le parole ed i fatti del governo Renzi. Questa tassa sulla casa è stata ripristinata dal governo Letta poi confermata ed aumentata da Renzi. Mi sembra importante attribuire queste responsabilità, soprattutto in un momento nel quale anche con il lavoro parlamentare abbiamo presentato degli emendamenti per sopprimere questa tassa e il governo li ha regolarmente respinto. La tassa sulla casa fa insomma parte a pieno titolo dell’azione di questo governo”.

Da Fitto anche un riferimento alla “crisi-lampo” della coalizione di centrosinistra. “Sono d’accordo con Vendola sul fatto che il centrosinistra è morto. E’ giusto che questa esperienza venga archiviata”.