x

x

Atti vandalici contro le sedi di Musillo e Zaccheo, la campagna elettorale si infiamma

Atto vandalico contro il comitato elettorale di Zaccheo

Una serie di atti vandalici contro candidati e liste in lizza alle Comunali di Taranto, infiamma questo avvio di competizione elettorale. Atti vandalici, peraltro, avvenuti il 25 Aprile, Festa della Liberazione, giornata che dovrebbe dovuto indurre ad una riflessione sull’importanza dei valori della pace, della democrazia, della tolleranza.

Ma a Taranto, evidentemente, non era 25 Aprile per tutti. Nel mirino sono finiti il Comitato elettorale di Walter Musillo, candidato sindaco del centrodestra e quello di Cisberto Zaccheo, candidato del Partito democratico. In entrambi i casi gli aggressori hanno utilizzato della vernice rossa per imbrattare vetrate e marciapiede antistante il comitato di Musillo ed il manifesto affisso su un balcone del comitato di Zaccheo.

Immediata la reazione dei rappresentanti di molte delle forze politiche impegnate nella competizione elettorale, sia attraverso comunicati che sui propri profili social. Tutti prendono le distanze da gesti insani e provocatori che possono solo danneggiare il clima già infuocato di una campagna elettorale che si preannuncia molto tirata.

Il più deciso è l’on. Mauro D’Attis, Commissario regionale di Forza Italia, che scrive: «Di questo grave episodio interesserò certamente il prefetto di Taranto»