x

x

Buonasera

«Il futuro di Taranto è già realtà»

Entra nel vivo la campagna elettorale della coalizione “Ecosistema Taranto 2022”. «In questi giorni sarà presentata una serie di opere emblematiche del programma del candidato sindaco Rinaldo Melucci, in assoluta continuità con quanto progettato e realizzato negli ultimi 5 anni, durante il suo mandato da primo cittadino». «Grazie alle tavole disegnate dalla mano talentuosa dell’architetto Ubaldo Occhinegro – spiegano dall’entourage del candidato sindaco Melucci – iniziamo a scoprire il profilo della città che nei prossimi anni sarà palcoscenico di un processo di rigenerazione e transizione unico in Italia». «Dal nuovo stadio “Erasmo Iacovone” al parco delle arti e della musica che sorgerà nell’area dei Baraccamenti Cattolica, dal nuovo ospedale “San Cataldo” ai 60 km delle Brt – le parole di Rinaldo Melucci – questo è solo un assaggio di ciò che Taranto è destinata a diventare. Abbiamo pensato di consegnare al dibattito elettorale di questi giorni un segnale di concretezza, l’immagine tangibile di ciò che proponiamo con il nostro programma e non le generiche enunciazioni che abbiamo visto altrove. Questi progetti sono realtà, sono pilastri di un disegno generale che stiamo vedendo realizzarsi giorno per giorno. Non è la promessa di un futuro diverso, quel futuro è già attuale». La prima immagine ad essere svelata è quella del nuovo stadio “Erasmo Iacovone”.

Il ritorno del riformismo meridionalista

Non stiamo parlando di teoria. Trasporti, infrastrutture, energia sono enormi potenzialità. Stiamo parlando di cose che hanno un ruolo fondamentale e, rispetto alle quali, ci si deve muovere adeguatamente. Mezzogiorno Federato sta dicendo, come si diceva una volta, di passare all’azione politica, un’azione di congiunzione e collegamento. Abbiamo chiesto a Maria Stella Gelmini di intervenire […]

Riforma complessiva del regionalismo e del sistema delle autonomie locali

La questione meridionale va affrontata esaltando le occasioni offerte dalla condizione contemporanea. Il meridione, trascurato da anni dalle scelte politiche è, deve essere considerato, territorio idoneo a creare opportunità di sviluppo, per la sua centralità nel Mediterraneo. La comunità meridionali devono diventare protagoniste di un concreto programma di sviluppo, attraverso una profonda modifica del ruolo […]

“Capovolgere” l’Italia e federare le Regioni

La questione politica in ordine alla quale vorrei fare qualche considerazione riguarda l’ambito entro il quale il nostro movimento sta cercando, più che le proprie alleanze, le componenti strutturali, indispensabili per costituire il nuovo soggetto popolare in grado di rivoluzionare l’attuale sistema dei partiti politici e la logica delle politiche pubbliche praticata nel nostro Paese. […]

Superare il divario e unire il Paese

Mentre si discute di Guerra e Pace, noi abbiamo il dovere di discutere di NORD e SUD! Se il Covid, ci ha imposto di rivedere le regole del lavoro, lo scossone di PUTIN, ci impone di rivedere le regole della Globalizzazione. Dopo il Covid, sono comparsi: lo smart-working in azienda e l’insegnamento a distanza, nelle […]