x

x

Formazione della Giunta comunale, ora parla Melucci

Il Palazzo di Città di Taranto visto dal mare

Parla il sindaco: stamattina a Palazzo di Città Rinaldo Melucci incontrerà tutta la sua maggioranza: partiti, liste e loro referenti. Il giro di consultazioni effettuato dal suo segretario politico Costanzo Carrieri si è concluso e Carrieri gli ha stilato un articolato rapporto su aspettative, richieste e possibili soluzioni per far quadrare i conti e ad arrivare, già nei prossimi giorni, se non addirittura nelle prossime ore, al varo della nuova giunta comunale.

Il nodo irrisolto, dal quale a cascata possono dipendere anche gli equilibri nella attribuzione degli assessorati e il governo delle tre aziende municipalizzate, resta quello della presidenza del consiglio comunale. Prerogativa, questa, che è del consiglio e non del sindaco. Ma non si arriva ad eleggere un presidente se non c’è accordo fra le parti in causa. E questo è il problema, perché a contendersi la presidenza sono sempre Lucio Lonoce (Pd) e Piero Bitetti (Con). Con l’aggiunta di una ipotesi che porterebbe a Vincenzo Di Gregorio, anche se questa appare più come una candidatura tattica che espressione della reale volontà del diretto interessato. Se dovesse prevalere Lonoce, Con potrebbe entrare in giunta con Stefania Fornaro o Fedele Moretti. Se invece dovesse spuntarla Bitetti, Lonoce entrerebbe in giunta come assessore e con lui, a scorrimento, altri due eletti nella lista del Pd, che, nell’ordine, potrebbero essere Gianni Azzaro e Francesca Viggiano. Fabrizio Manzulli (Taranto Crea) sembra invece destinato alla carica di vicesindaco.