x

x

Tutti i passaggi fondamentali verso Italia Viva prima e il Terzo Polo dopo

L'iniziativa di Mezzogiorno Federato
Matteo Renzi e Carlo Calenda

All’attenzione dell’on.le Ettore Rosato, Presidente Italia Viva. Ti inviamo il seguente materiale come base di lavoro:

NOTA POLITICA

Porteremo il Mezzogiorno nel cuore della campagna elettorale; nel vivo della crisi dei territori e delle comunità; cogliendo sul nascere il tentativo di rendere immodificabili le diseguaglianze; combattendo da subito la spinta di una parte del centro destra per far diventare parte centrale del programma di governo le autonomie differenziate per le regioni ricche del nord. E denunceremo la mancanza nel centro-sinistra, nell’accordo del 2 agosto, di idee, programmi, obiettivi, insomma di una sola parola che riguardasse il Sud. Lo faremo perché siamo convinti che queste elezioni possono rappresentare una svolta per il Paese; in negativo, però. Si possono creare le condizioni perché prevalgano coloro che, oggettivamente, lavorano per sfasciare l’unità della nazione; non risanando gli squilibri economici; ignorando le contraddizioni sociali; aggravando le inefficienze istituzionali; conservando e rafforzando privilegi e primati, ingiustificati ed ingiusti.

Di tutto questo comincia a diffondersi coscienza e rigetto. Se non verrà dato sbocco positivo e razionale si formerà una opposizione sempre più agguerrita e militante, con obiettivi sempre più radicali. Il momento di intervenire è questo: legando il malessere e la protesta ad un progetto di risanamento e di sviluppo del Paese, nel quale il Mezzogiorno sia parte attiva ed essenziale; fattore di crescita ed opportunità di sviluppo. Mezzogiorno Federato ha lavorato in questo ultimo anno perché si determinassero le condizioni culturali, progettuali, politiche; ma sopratutto coscienziali, perché si sviluppi un movimento d’opinione meridionalista e riformista, capace di sostenere una battaglia di lunga lena e di concreti risultati. La richiesta del centro destra di mettere in assoluta evidenza la questione delle autonomie differenziate; la mancanza di ogni risposta e di consapevolezza da parte del centro sinistra, ci assegna un compito immediato di militanza meridionalista. Mezzogiorno Federato lo svolgerà dov’è più efficace e produttivo, da subito. Richiesta di visibilità dell’accordo nelle forme che riterrete compatibili ed utili alla raccolta dei consensi sopratutto nel Mezzogiorno. Mezzogiorno Federato ha un intenso rapporto di collaborazione con il civismo poltico, siamo disponibili a verificare possibili intese e collaborazioni in altre aree del Paese dichiarando la nostra disponibilità ad entrare nel merito con ulteriori approfondimenti.

Mezzogiorno Federato (4 agosto 2022)