Cronaca News Senza categoria

Zes e Giochi del Mediterraneo, siamo ad una svolta

Le parole dei consiglieri comunali Piero Bitetti, Mimmo Cotugno, Vittorio Mele e Gianni Cataldino

Piero Bitetti
Piero Bitetti

«La notizia dell’acquisizione dei pareri tecnici da parte dei Ministeri dell’economia, delle finanze e dei trasporti per l’istituzione della Zes ionica non può non essere salutata con soddisfazione rappresentando la svolta per lo sviluppo definitivo del porto ionico che ne incarna lo snodo strategico». Lo affermano i consiglieri comunali Piero Bitetti, Mimmo Cotugno, Vittorio Mele, Gianni Cataldino, dei gruppi “Taranto bene comune” e “Taranto futuro prossimo”.

«Ora – scrivono i consiglieri – lo schema del decreto predisposto dal Ministro Lezzi è all’esame della presidenza del consiglio per la conclusione dell’iter istitutivo. Ricordiamo che la Zes Ionica , che prevede sconti fiscali e semplificazioni amministrative per le imprese e gli operatori economici delle aree interessate, vede come capofila il porto di Taranto e l’autorità di sistema del mar ionio. Ora ci auguriamo che in tempi ristretti la Presidenza del consiglio dia il via libera definitivo all’avvio del progetto che rappresenta il viatico cruciale per il rilancio del nostro sistema socio economico. Ma non è l’unica notizia che ci riempie di orgoglio. La candidatura ufficiale della nostra città ai Giochi del Mediterraneo 2025 è un altro passo in avanti verso la riqualificazione non solo economica ma anche sociale di cui Taranto ha estrema necessità. Le garanzie assicurate dal governo tramite una delibera Cipe che assegnerà alla città le risorse per avviare gli interventi necessari come la riqualificazione degli impianti sportivi e il sistema dei collegamenti stradali, ferroviari e – pensiamo anche ai collegamenti aeroportuali – ci fanno ben sperare che Taranto è ad una svolta decisiva e che l’amministrazione comunale sta lavorando nella giusta direzione avendo ben chiara la vision del futuro prossimo del capoluogo ionico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche