23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

foto di CJ Basket Taranto
CJ Basket Taranto

E sono tre. Il CJ Basket Taranto cala il tris espugnando il Palasport di Ruvo con un netto 66-50 alla TecnoSwitch. Terzo successo su altrettante partite dall’inizio del campionato che tiene la squadra di coach Olive in testa alla classifica del girone D2 dopo la quarta giornata con una gara in meno, quella con Monopoli che si recupererà mercoledì al PalaFiom. Bravi i rossoblu, dopo il calo della settimana scorsa contro Molfetta, a stare in palla per tutti i 40 minuti conducendo la partita in testa dalla palla a due fino all’ultima sirena tenendo sempre in doppia cifra il vantaggio scollinando anche i +20 nell’ultimo quarto e tenendo a 50 soli punti gli avversari.

Monumentale prestazione di capitan Stanic, 22 punti (6/10 al tiro, due triple, 4/5 ai liberi conditi da 7 rimbalzi e 4 assist) di gran lunga mvp del match. Importanti però i contributi di tutti, ancora una volta le triple di Duranti che nel primo quarto hanno spaccato la partita, il lavoro di Azzaro e Matrone (10 rimbalzi) nel pitturato, la solidità di Morici e l’importante recupero di Tato Bruno che ha segnato i suoi primi 8 punti tarantini. Taranto subito reattiva a rimbalzo, il primo canestro è di Duranti. Matrone E Azzaro mettono a dura prova la difesa di Ruvo, Ochoa spende due falli, i lunghi rossoblu segnano il 6-2. Cantagalli e De Leone provano a tenere botta per i padroni di casa ma quando si accende Stanic, arrivano due canestri per il 4-11 che costringe coach Ponticello al time out. Al rientro ancora Taranto: Matrone stoppa Dincic e Morici schiaccia il +9. Stanic arma la mano calda di Duranti, la tripla del 6-18 che diventa +14 coi liberi del capitano.

Cantagalli prova a svegliare Ruvo con la prima tripla, mal gliene incoglie viste le due triple di fila insaccate dal CJ con un indiavolato Duranti prima e dal neoentrato Bruno al suo esordio in campionato, per il 12-26 ospite. Ruvo cerca ancora di scuotersi, lo fa con Dincic e Ippedico ma il 5-0 di break viene ricacciato al mittente da Matrone, Morici e Azzaro per il 18-32. La Talos si gioca la carta Kekovic, due canestri e coach Olive corre ai ripari chiamando time out. La risposta arriva puntuale dalle mani del capitano, Stanic mette in fila tre pregevoli canestri e riscrive il +15 per i rossoblu prima di andarsi ad accomodare in panca gravato di tre falli. Prima dell’intervallo Basile dalla lunetta fissa il punteggio sul 26-39. Al rientro dagli spogliatoi Ciribeni fa la voce grossa dalla lunga distanza, due triple in fila che però non disorientano Taranto che continua ad andare sotto le place e trova i canestri di Matrone ed Azzaro per il 32-45.

Le due squadre forza le conclusioni, si segna meno nel terzo quarto e nel finale il canestro di Ciribeni e i liberi di Morici lasciano inalterato il divario e fissano il punteggio sul 35-48. La Talos prova a riaprire la partita ancora una volta, in apertura di ultimo quarto le triple di Kekovic e Basile valgono il -10. Ma puntuale arriva la risposta per le rime di capitan Stanic. L’ultimo sussulto dei padroni di casa è con Markovic poi sale, o meglio, ci resta, in cattedra il play italoargentino che continua a mostrare il suo repertorio, segna 5 punti, il resto lo fanno Azzaro e Morici che infila la tripla del +20. E mentre Basile fissa il punteggio sul 50-66 Taranto è già con la testa al Palfiom si giocherà il recupero con Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche