x

x

Blindati Martorel e La Monica

Pacilli e Civilleri verso la rescissione. Martedì presentazione ufficiale di mister Di Costanzo
Nello Di Costanzo

Il prologo decisivo di luglio. Dopo un lungo periodo di transizione caratterizzato dalla riservatezza dei confronti, dalla riflessione sui negoziati, dalle carte burocratiche e dagli appunti sui taccuini, il Taranto può inaugurare la reale programmazione in vista della prossima stagione agonistica. L’esordio del primo dei due mesi estivi calcistici per antonomasia, caldo anche metaforicamente per i verdetti societari, per l’avvio della campagna acquisti e cessioni e per l’organizzazione delle fasi di ritiro antecedenti il torneo, è dedicato innanzitutto all’esito degli esami con cui la Covisoc (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche), organo afferente alla Figc, avallerà la documentazione depositata da ogni sodalizio coinvolto, quindi confermerà la relativa iscrizione al campionato targato 2022/23.

Esattezza dei dettagli richiesti nel plico e conti in regola per il Taranto, che vive con serenità la propria vigilia di immatricolazione ed ha individuato la data in calendario per incastonare la presentazione ufficiale del suo nuovo allenatore, Nello Di Costanzo, la cui investitura è già stata certificata lo scorso 6 giugno, e dell’intero suo staff tecnico: l’appuntamento è stato fissato per martedì prossimo, 5 luglio, alle ore 12.00, presso il foyer del “Teatro Comunale Fusco” del capoluogo ionico. Il direttore sportivo Dionisio, coadiuvato ovviamente dal neo stratega, ha studiato l’allestimento dell’organico ereditato, fra atleti da preservare e pedine da sostituire, innescando sondaggi circa gli eventuali innesti funzionali al nuovo sistema tattico. Un’ideologia di gioco che non dovrebbe snaturare l’identità acquisita dal gruppo durante la gestione Laterza: mister Di Costanzo predilige le metamorfosi dinamiche e fantasiose sull’impianto classico del 4-4-2, votate al modulo 4-2- 3-1 affidato alla sovrapposizione degli interpreti sulle fasce, all’accentramento in area di rigore ed al confezionamento di occasioni da rete. Il dogma consiste nel rispettare la simmetria, anche numerica, fra protagonisti veterani della categoria ed under talentuosi e di prospettiva: in tale ottica, il Taranto ha già blindato, attraverso un accordo biennale, Giuseppe La Monica, attaccante classe 2001 reduce dalla positiva stagione nelle fila del Real Agro Aversa, durante la quale ha messo a segno quattordici gol in 32 presenze.

Originario di Gragnano, già atleta forgiato nel cantiere della Juve Stabia, con un recente passato nel Nola, La Monica ha definito se stesso come “punta centrale, con ampia libertà di movimento”. Sono state assicurate anche le prestazioni sportive di un altro interprete del reparto offensivo, ovvero Michele Guida: classe ’98, elemento eclettico con ispirazioni da seconda punta e trequartista, ha siglato 19 gol distribuiti in 33 gare nelle fila del Vastogirardi, formazione abruzzese che ha conquistato la salvezza attraverso i play out del girone F della LND, allenata dall’ex capitano rossoblu Fabio Prosperi, neo tecnico del Campobasso. Su Guida si era scatenata un’autentica asta (si allude all’interesse di una decina di club di serie C), ma il suo patto con la società del presidente Giove dovrebbe essere ratificato tra il 4 ed il 5 luglio prossimi. E’ sfumata invece l’acquisizione del giovane Pasquale Riccardi, protagonista di un’annata di alto spessore nelle fila del Bitonto, finalista play off del girone H di LND: cresciuto nei vivai del Bisceglie e del Matera: l’esterno mancino classe 2003 ha firmato ieri per il Potenza. In attesa di conoscere le linee guida da adottare, i responsabili tecnici ricercano un difensore centrale over, un centrocampista interno con dimestichezza della categoria, una punta importante, oltre alla selezione accurata del parco under, indispensabile per accogliere nuovamente il progetto del minutaggio.

E’ necessario un “labor limae”, una cernita dell’organico ereditato: il sodalizio ionico deve alleggerire il monte ingaggi attraverso la risoluzione di alcuni contratti onerosi, come quelli che vincolano Mario Pacilli (riluttante ad optare fra quattro offerte nella sessione di mercato invernale; potrebbe seguire Montervino, prossimo direttore sportivo del Casarano in serie D), Marco Civilleri (prolungamento sottoscritto addirittura al giugno ‘24, nonostante le criticità fisiche; è nel mirino del Licata), Luigi Falcone (stagione intervallata a causa dei postumi del trauma al tendine d’Achille). L’attenzione del tandem Dionisio-Di Costanzo è proiettata alla batteria offensiva da rimpinguare dopo la precarietà insinuatasi nella seconda parte dello scorso campionato, fra scelte non indovinate (Italeng) ed infortuni (Barone); i titolari Giuseppe Giovinco ed Andrea Saraniti sono entrambi vincolati al Taranto dai rispettivi biennali, ma una proroga a cifre eccessive non rientra nei piani. La sinergia proficua con Valerio Labriola, estroso centrocampista esploso durante il recente campionato, dovrebbe continuare: il suo agente Dario Bova ha rivelato che il Napoli, detentore del cartellino, ha acconsentito al rinnovo del prestito annuale per una definitiva consacrazione del talentuoso under nella passionale ed impegnativa piazza rossoblu.

Per quel che concerne la custodia dei pali, il Taranto ha già offerto un contratto biennale ad Alessio Martorel, estremo difensore under militante nel Bisceglie; è stato effettuato un timido tentativo verso l’over Tommaso Nobile della Virtus Francavilla (corteggiato dal Foggia), mentre la pista Casadei (Ternana) è attualmente congelata. Nella lista delle candidature delle giovani leve di spiccata vocazione, il nome nuovo è quello di Francesco Pio Petito, centrocampista che ha militato nel Sorrento, siglando quattro gol in 25 presenze. In rampa di lancio anche l’interesse per Giuseppe Nicolao, esterno sinistro che, nel campionato concluso, ha diviso la sua esperienza fra Latina e Foggia, alla corte del maestro Zeman: il suo contratto è in scadenza ed attira le attenzioni sia del Taranto che dell’Ancona.