x

x

Il sorriso di Capuano: «Siamo soltanto agli inizi»

Con l’Andria vittoria e prestazione. Sabato la gara con la Gelbison
Eziolino Capuano FONTE PROFILO FACEBOOK TARANTO FC 1927

«Siamo soltanto agli inizi. Dobbiamo ancora migliorare». L’ha vissuta in tribuna, Eziolino Capuano, la partita che lo ha visto tornare allo Iacovone come allenatore del Taranto. Eredità della partita di mercoledì scorso a Torre del Greco contro la Turris, la squalifica non ha impedito a Capuano di “sentire” la gara con la Fidelis Andria con la passionalità che è nota. Al termine del match vinto domenica in rimonta con la Fidelis, 2-1, il trainer rossoblù non ha nascosto la sua soddisfazione.

«Il risultato era importantissimo, ed i ragazzi sono stati encomiabili, bravi a non abbattersi dopo il gol della Fidelis». Capuano ha parlato di «vittoria di platino e legittima, non facile, anche visto l’infortunio di Ferrara. Siamo una squadra giovane ma ho visto maturità e autostima in questi ragazzi». L’ha definita, la sua, «una squadra alla Capuano, “ignorante”, con gli attributi», ed ha dedicato la vittoria ai tifosi della curva ed a chi «mi ha permesso di tornare a Taranto». Eroe del giorno in casa ionica è Guida, la cui doppietta ha ribaltato lo svantaggio iniziale: «Fare gol qui è un’emozione unica, soprattutto sul secondo è stato bellissimo. Ovviamente giocare più vicino alla porta mi da più possibilità di segnare e sfruttare le mie caratteristiche».

«Quello che deve iniziare è per noi un nuovo campionato» è il pensiero di Diaby, il cui rientro dopo uno stop di un anno è stato decisamente positivo, come l’esordio del portiere Vannucchi. Capuano è rimasto fedele al suo 3-5-2 con due variazioni negli effettivi rispetto al suo debutto in trasferta contro la Turris, relativi agli inserimenti di Vannucchi fra i pali ed Infantino in attacco, alternando sulla fascia sinistra Ferrara, vittima di un riacutizzarsi del trauma alla caviglia durante la fase di riscaldamento, con De Maria. La retroguardia appannaggio del trittico Manetta-Antonini-Vona, mentre la zona nevralgica presidiata sulla corsia destra da Evangelisti, con Labriola, Romano e Brandi a dettare l’impostazione interna; Guida, seconda punta in tandem con Infantino, è stato l’uomo del match e, è la speranza, della ripartenza del Taranto dopo le tre sconfitte consecutive. Archiviata la prima vittoria in campionato contro la Fidelis Andria il Taranto di mister Capuano è atteso dalla trasferta di Vallo della Lucania in casa della Gelbison, la prima di due sfide consecutive che vedrà i rossoblu scendere in campo di sabato.

Oggi ripresa della preparazione, mercoledì doppia seduta con gara amichevole nel tardo pomeriggio. Seduta pomeridiana al giovedi e al mattino il venerdì. Fischio d’inizio della gara contro la Gelbison sabato 24 settembre alle ore 20:30.