x

x

Ancora una sconfitta esterna per il Taranto. La Virtus Francavilla cala il tris

La prima delle due gare consecutive lontano dallo Iacovone
Il Taranto

Il mal di trasferta colpisce ancora il Taranto anche nella prima delle sue due gare esterne consecutive. Contro la Virtus Francavilla gara che ha mostrato segnali incoraggianti soprattutto nella prima frazione di gioco. Nella ripresa, una volta subito il gol del vantaggio dei padroni di casa, non ha saputo trovare il guizzo giusto per agguantare il pari. Poi, nei minuti finali, tra l’86’ ed l’89’ i padroni di casa mettono a segno altri due gol per un risultato decisamente troppo pesante per il Taranto. La pioggia battente non ha comunque condizionato i giocatori in campo, visto che il terreno di gioco ha retto bene.

Virtus Francavilla-Taranto 0-0 alla fine del primo tempo. Ennesima sperimentazione a centrocampo per i rossoblu, privi degli squalificati Labriola e Ferrara: nel ruolo di regista, mister Capuano rispolvera Mazza, sulla corsia sinistra, invece, dirotta l’eclettico Formiconi. A completare l’asse nevralgica ci sono Gaston “Chapi” Romano e Diaby interni titolari, mentre Mastromonaco si riappropria dell’incarico di esterno destro. In porta Loliva sostituisce l’over Vannucchi, il quale sconta la seconda delle due giornate di stop imposte dal giudice sportivo. Confermato il trittico difensivo formato da Evangelisti, Antonini e Manetta (capitano per l’occasione). In avanti, è La Monica ad affiancare Tommasini, con Guida che si accomoda in panchina.

Prestazione interessante e pragmatica del Taranto nella prima frazione di gioco: al 7′ il diagonale destro al volo di Tommasini incrocia sulla trasversale. All’11’ è Antonini a proteggere gli spazi sull’incursione di Cisco dal binario destro. Presidio territoriale apprezzabile e gara che vive di capovolgimenti di fronte costanti. Annullato un gol al Francavilla al 28′ per fallo di Cardoselli. Nell’epilogo, La Monica stacca d’istinto e di testa la sfera su cross dalla bandierina confezionato da Mazza, ma la sfera termina al cospetto di Avella.

Secondo tempo: Guida in attacco rileva La Monica e si rende protagonista di una conclusione col destro dal limite che si spegne di poco a lato al 51′. De Maria rileva Diaby al 52′ e modifica le ubicazioni in nella mediana. Virtus Francavilla in vantaggio al 53′: Caporale s’incarica di un calcio di punizione dalla trequarti mancina, Loliva respinge, ne nasce una mischia in area e la sfera è arpionata dall’accorrente Solcia che, dal vertice destro dell’area, realizza una bordata che s’insacca sotto l’incrocio.

Taranto a trazione anteriore dal 58′, con Infantino che sostituisce Romano. Al 64′ Mastromonaco tenta il destro aereo sul quale si supera Avella. Rasoterra mancino di Mazza sul fondo al 68′.

Avella sugli scudi al 71′, in doppia circostanza prima sul tiro dalla distanza di Mazza, poi su Guida defilato a sinistra. Neutralizza ancora coi piedi sulla conclusione rasoterra di Guida al 73′ . Partita senza pause, ritmo elevato nonostante la pioggia insistente.

All’84’ fallo di mano di Manetta in area tarantina in mischia e l’arbitro concede il rigore. Patierno si porta sul dischetto: Loliva intuisce ma non controlla e il risultato si fissa sul 2-0 per i padroni di casa all’86’.

Il Taranto a questo punto si ferma e la Virtus Francavilla infierisce: all’89’ la terza rete dei padroni di casa in contropiede con Enyan che indisturbato arriva sin dalle parti di Loliva. E’ il gol che fa calare il sipario.