x

x

Delfino più forte della pandemia

Delfino più forte della pandemia

Quello che stiamo vivendo causa pandemia non è certo un periodo semplice, specie per chi più di altri, ha necessità oggettiva di fare sport e relazionarsi con il mondo esterno. A parlare del momento attuale è Giuseppe Fischetti, presidente del Gruppo Sportivo Delfino, associazione operante sul territorio tarantino dal 1983. Il gruppo sportivo Delfino svolge attività di nuoto, nuoto salvamento e atletica leggera per ragazzi con disabilità intellettive e relazionali. “Ci vuole tanta passione e abnegazione per sopportare questo periodo, ormai entriamo nel terzo anno in cui la questione covid ha rallentato, e di molto, le attività dei nostri atleti” spiega Fischetti. “E’ difficile sospendere gli allenamenti soprattutto per i nostri ragazzi, perché i piccoli, seppur gratificanti, risultati che si ottengono molto lentamente e con tanti sacrifici rischiano di svanire se la costanza viene meno, per causa di forza maggiore.

Negli ultimi mesi, pur di tenere in movimento i ragazzi, abbiamo fatto uso di spazi aperti come parchi e spiagge anche se servirebbero più strutture attrezzate all’aperto a disposizione di associazioni come la nostra”. Il futuro? “Sul taccuino c’è una data importante alla quale speriamo di poter partecipare dopo due anni. Si tratta dei campionati italiani di nuoto promozionale di Abano Terme il 28 e 29 maggio. I ragazzi non vedono l’ora di confrontarsi nuovamente con altre realtà e con altri atleti, nel consueto spirito di sportività e socializzazione che emergono durante queste manifestazioni dove la competizione è solo un dolce contorno. Altro appuntamento che ci vedrà protagonisti sono i campionato regionali di disciplina, atletica leggere e nuoto, che però è ancora in fase di organizzazione”. L’invito e le partnership: “Da quest’anno la nostra associazione è diventata partner della fondazioneTaranto 25 del presidente Fabio Tagarelli, che ha deciso senza indugi di sostenere il nostro serio e longevo progetto per i ragazzi con disabilità intellettive e relazionali del tarantino. Questo è solo un’ulteriore attestato di stima, che ci spinge a lavorare sempre con maggiore passione ed entusiasmo. Proprio per questo invito i genitori a non avere timore di venirci a trovare nella nostra sede in corso Annibale 21 a Taranto 2, anche solo per una chiacchierata illustrativa sulle nostre numerose attività che sono, e lo abbiamo appurato in 40 anni di esperienza, un toccasana per il processo di crescita fisico e mentale dei loro figli”.