x

x

Aquathlon dei Due Mari, a luglio l’atteso evento

Il Castello Aragonese di Taranto

“Ci sono tanti posti in cui si possono disputare le gare, poi ci sono location uniche come Taranto”. Così Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon (Fitri), ha presentato il Campionato Nazionale di Aquatlon che si svolgerà a Taranto i prossimi 2 e 3 luglio. L’incontro con i giornalisti si è tenuto al Castello Aragonese. La Marina Militare è partner dell’iniziativa. Lo ha ricordato il Capitano di Vascello Vito D’Elia, portando il saluto del Comandante Ammiraglio di squadra Salvatore Vitiello. “Siamo sempre vicini alla città – ha detto – ma soprattutto guardiamo con attenzione a quelle attività che puntano alla valorizzazione del territorio e che si svolgono in mare”. Il mare del Canale Navigabile, appunto, sarà uno dei punti di forza della competizione. Un amore a prima vista con la Federazione Triathlon.

“Questa location unica al mondo ci ha subito emozionato – ha ricordato il presidente Giubilei – quando gli amici di Taranto hanno paventato la possibilità di svolgere una gara di livello nazionale in un contesto così evocativo, si è immediatamente creata la volontà di portare a Taranto un grande evento nazionale. Quella di luglio è una gara di cartello che assegnerà il titolo tricolore dell’Aquathlon maschile e femminile. A Taranto arriveranno i migliori triatleti da tutta Italia, ci saranno tutti i protagonisti di uno sport in grandissima crescita che riesce ad abbinare l’attività agonistica con la valorizzazione del territorio. Il turismo sportivo, infatti, ha mosso da subito, la ripartenza post covid e ora portiamo una grande manifestazione in una città bella e accogliente come Taranto”. La società che organizza la competizione è l’asd Triathlon Taranto. “Per noi si tratta di un grande impegno – ha detto Michele Giannese, presidente ATriathlon Taranto – ma abbiamo voluto fortemente che il Campionato Nazionale si tenesse nella nostra città e fosse una tappa di avvicinamento ai Giochi del Mediterraneo del 2026.

E’ la prima volta per Taranto e per la Puglia. Il 2 e 3 luglio prossimi sarà una festa dello sport, ma anche un evento di promozione culturale e turistica del territorio. E’ attesa, infatti, una partecipazione record di atleti, accompagnatori e staff tecnici. Si prevedono diverse centinaia di presenze nel primo fine settimana di luglio”. Su questo aspetto si è soffermato anche Antonio Tondi, Presidente del Comitato Regionale Fitri. “La Puglia è una meta turistica di grande appeal – ha ricordato – e il turismo sportivo, attraverso eventi come quello di Taranto, è un’ulteriore leva di promozione della nostra regione”. Durante la conferenza stampa è stata data lettura del messaggio di Michelangelo Giusti Delegato provinciale Coni Taranto, impossibilitato ad intervenire per precedenti impegni istituzionali. Giusti ha ringraziato le Federazioni regionale e nazionale per la vicinanza a Taranto, la Marina Militare per la preziosa collaborazione e “l’amico Michele Giannese, delegato provinciale, che con determinazione e passione ha fatto crescere il movimento sul territorio puntando soprattutto sui giovani. Merito suo è anche aver convinto i vertici della Federazione a portare a Taranto un evento sportivo di tale rilevanza che rientra a pieno titolo tra le grandi manifestazioni da organizzare a partire da oggi e sino al 2026 in vista dei Giochi del Mediterraneo 2026”.

L’Aquathlon è una variante del Triathlon che prevede lo svolgimento di tre frazioni senza soluzione di continuità: corsa (2,5km), nuoto (1km), corsa (2,5km). Gli atleti partiranno da Piazza Castello, attraverseranno il Ponte Girevole, percorreranno il Lungomare fino a Piazza Ebalia per tornare indietro e dirigersi verso la discesa del Vasto in Città vecchia. Qui sarà allestita la zona cambio: gli atleti lasceranno scarpe e maglietta per indossare cuffia e occhialini e tuffarsi nel Canale Navigabile. Terminata la frazione a nuoto effettueranno il percorso podistico al contrario. Arrivo nella piazza d’armi del Castello Aragonese.