x

x

Tutti ai piedi di Benny Pilato

Tutti ai piedi di Bennedetta Pilato

Un oro, un argento, quattro bronzi, due record italiani e dieci primati personali scrivono la prima giornata dei 20esimi cam­pionati europei di nuoto in svolgi­mento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow fino a domenica 8 dicembre.

E c’è la tarantina Benedetta Pilato a guidare le nuove leve del nuoto nazionale. Una rana femmini­le tutta azzurra. Nei 50 c’è l’oro della consacrazione di Benedetta Pilato dopo l’argento mondiale di Gwangju in lunga e la conferma di Martina Carraro che conquista un argento continentale la dove non era mai salita sul podio. Il talento pugliese vince in 29”32 liman­do il precedente primato italiano (29’’41 a Genova un mese fa) e dando l’impressione dopo la virata a metà vasca di avere un’esplosi­vità ancora maggiore rispetto alla trasferta iridata in Corea. “Sono felicissima – ha spiegato in lacrime la vicecampionessa del mondo in lunga tesserata per CC Aniene, se­ guidata da Vito D’Onghia e che lima ancora il limite standard del record del mondo juniores che aveva sta­bilito in semifinale (29”48) – Oggi ero più tesa della finale mondiale di Gwangju. Il pianto finale è lo sfo­go per aver raggiunto finalmente il gradino più alto del podio. C’e­rano tante aspettative alla vigilia e questo un po’ ha pesato psicologi­camente. Ora cercherò di divertir­mi di più. La mia prima medaglia d’oro è stupenda”. Non trova il per­sonale Martina Carraro che però è seconda in 29”60 conquistando quel podio che le mancava nel suo palmares internazionale: “E’ bella questa lotta tra italiane, che non ha precedenti nella storia – sottolinea la 26enne di Genova, tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91 seguita da Cesare Casella, terza ai Mondiali di Hangzhou 2018 che stamattina aveva nuotato il perso­nale di 29”53 -E’ la mia prima me­daglia continentale in vasca corta, ed ora punto ad un podio anche nella distanza doppia”.