27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 15:53:00

Archivio Sport

Calcio, Davide Giorgino pronto a dire “sì”


Iniziano a girare le prime voci concrete di mercato ed un possibile ritorno di Davide Giorgino potrebbe essere tale nel nuovo tassello rossoblù sotto l’egida di Enzo Maiuri.

L’ultima stagione del centrocampista originario di Brindisi é stata vissuta ad Andria con una dolorosa retrocessione in Seconda Divisione ed il rischio concreto che la scomparsa del calcio sia tale. “Sono ancora in attesa di sapere quale sarà il mio futuro” ha detto “visto che per il momento non ho avuto contatti col mio agente Francesco Caliandro, quindi sto a casa mia nel capoluogo adriatico in procinto di sapere eventuali sviluppi. Chiaro che un ritorno in rossoblù mi farebbe ovviamente molto piacere, sono stati quattro anni molto belli ed intensi, quindi sarei onorato di rivivere quei momenti”.


Problemi di ‘declassamento’?

“No, perché con la riforma dei campionati basterà vincere la serie D e trovarsi subito nella nuova Lega Pro unificata, quindi non ci sarebbero assolutamente problemi in merito. Ormai é giusto precisare una cosa, i campionati si sono livellati in tutte le categorie e quindi non conta più pesare se é professionistico o meno, sono altri i fattori cui prendere considerazione e quindi con la attuale quinta serie non parlerei affatto di declassamento”.

Una stagione ad Andria controversa.
“Purtroppo si e dispiace visto che parliamo di una piazza che ha vissuto 25 anni consecutivi nel professionismo compresi sei campionati cadetti, quindi é chiaro che la retrocessione ha molto inciso sul morale della tifoseria, sebbene bisogna aggiungere che erano diversi anni che convivevano con problemi societari molto gravi ed ora rischiano seriamente di dover ripartire dai dilettanti. Il calcio attuale é in forte crisi, manca la liquidità e quindi non si può progettare niente di concreto, ho sentito che a Taranto hanno costituito un sodalizio molto forte e che ha ambizioni molto importanti per tornare in alto, la concorrenza sarà molto agguerrita e bisognerà lottare duramente, se però sapranno lavorare a dovere sono sicuro che qualcosa di buono uscirà fuori”.

Maiuri vuole un organico ‘importante’
“Ho avuto la fortuna di militare in organici molto forti in rossoblù e sono dell’avviso che potevamo ambire a molto di più, poi si sa come sono andate le cose e si é dovuti ripartire dalla serie D. Normale che se vuoi vincere un campionato difficile come questo devi contare su gente di qualità, sono stato l’altro giorno al matrimonio di Prosperi, abbiamo anche parlato un pò del passato, di certo una chiamata da parte del diesse De Solda, che é anche mio concittadino, mi farebbe molto piacere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche