x

x

Buonasera

Fondazione Taras, rivoluzione giovanile

TARANTO – Rivoluzione doveva essere. E venne il giorno, anzi la notte, della rivoluzione. Per la prima volta in Italia saranno i tifosi a gestire il settore giovanile della loro squadra.

Succederà a Taranto, tramite la Fondazione Taras: lo ha deciso, stanotte, dopo una lunga discussione, il cda del Taranto. Una svolta epocale, quindi.

Il settore sarà comunque ‘internalizzato’, sotto la supervisione del direttore generale Domenico Pellegrini, con la panchina della juniores affidata ancora a Michele Cazzarò.

Slitta ancora invece l’ingresso del nuovo socio che – al di là delle smentite – dovrebbe essere l’impreditore e politico lucano Nicola Benedetto. Se ne parlerà il 2 luglio, quando davanti ad un notaio si affronterà il nodo-ricapitalizzazione.

“E’ passato quasi un anno dalla nascita del Taranto Football Club 1927, ma non ci siamo ancora abituati alla bellezza e, insieme, alla straordinaria novità di queste parole: il Taranto FC 1927 è la prima società italiana di calcio fondata e partecipata dai tifosi. Quei tifosi siamo noi”. Questa la lettera aperta degli associati della Fondazione Taras al Consiglio di Amministrazione del Taranto Fc 1927, che ha quindi accolto la richiesta della fondazione.

“In un solo anno di vita abbiamo realizzato cose che, appena dodici mesi fa, non avremmo nemmeno immaginato. Siamo genitori di un piccolo, grande sogno. La forza dell’intuizione che sta alla base della Fondazione Taras 706 a.C. ha prodotto conseguenze importanti, che talvolta ci hanno colti di sorpresa: di colpo, ci siamo ritrovati al fianco di realtà simili alla nostra che parlavano lingue straniere. Qualche volta, ci siamo sentiti piccoli al cospetto di giganti. Ci hanno chiamati dall’Italia, dalla Germania, dall’Inghilterra e dal Sud America per chiederci il come, il quando e il perché del nostro sogno (…) E’ con questo spirito che intendiamo farci promotori di una nuova fase della nostra azione sul territorio: la creazione e la gestione del Settore Giovanile all’interno del Taranto FC 1927. Abbiamo le nostre idee, il nostro progetto e i nostri valori. Vorremmo, su questi, plasmare il Taranto del futuro. Con onestà, lealtà e solidarietà (…) per questo, pensiamo che il CdA del Taranto Fc 1927 di venerdì non possa sottrarsi a una responsabilità storica: la gestione del settore giovanile – ci auguriamo – dovrà essere affidata, per la prima volta in Italia, a chi ha più a cuore le sorti della squadra cittadina. I suoi tifosi”. Così è stato.

I sogni e… bisogni di Rocco

MARTINA FRANCA – C’è già attesa per l’arrivo di Vincenzo Salemme al Teatro Verdi (in piazza XX settembre) giovedì, 11 febbraio, sul palcoscenico con il divertente spettacolo “Sogni e bisogni – Incubi e risvegli”. Affiancato da Nicola Acunzo, Domenico Aria, Sergio D’Auria, Andrea Di Maria, Antonio Guerriero l’attore (in questa occasione anche autore del testo), […]

Alla ricerca di Peter Pan

Diretto da Fabrizio Visconti domenica, 31 gennaio, sul palco dell’auditorium TaTà sarà rappresentato lo spettacolo teatrale “Peter Pan”, storia nata per i bambini e consigliata agli adulti. I protagonisti del racconto sono Arturo – un professore che crede soltanto ai numeri, allergico alla parola  fantasia – e Wendy, sua figlia, in fuga per non diventare […]

“Dirotta su Cuba”: arriva l’energia pura

MARTINA FRANCA – Vent’anni di musica ed un successo conquistato con hit che hanno lasciato il segno – “Gelosia”, “Ridere”, “Sensibilità” e “Liberi di liberi da”, solo per citarne alcune – fanno dei “Dirotta su Cuba” una fra le funky band italiane tra le più amate. E sabato, 30 gennaio, nella sua formazione originale (quella […]

Cantami, o mouse: Michele Mirabella presenta il suo ultimo libro

Aperitivo “d’autore” sabato, 21 novembre, alle 11, nella “Sala America” dell’hotel Mercure (in viale Virgilio) con lo scrittore Michele Mirabella, a Taranto per presentare la sua ultima fatica letteraria dal titolo  “Cantami, o mouse”. Organizzato dalla libreria Mondadori, in collaborazione con la scuola secondaria 1° livello “C. Colombo”. Da sempre considerato il “professore” della televisione […]