20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Archivio Sport

Pasqualicchio: “Taranto, puoi fidarti di me”


E’ ufficialmenteun nuovo innesto nel pacchetto arretrato rossoblù e a Taranto Buonasera racconta dal ritiro di Camigliatello Silano la sua scelta. Venti anni all’anagrafe ma con una buona esperienza alle spalle, Andrea Nunzio Pasqualicchio (nella foto) ha già iniziato gli allenamenti con la truppa di Enzo Maiuri.

Cosa l’ha convinta del progetto-Taranto?
“Ho scelto di venire in Puglia convinto dal progetto della società e del tecnico Maiuri che vogliono riportare questi colori nel calcio che conta. Non ho esitato un istante a firmare ed ho già iniziato ad allenarmi col gruppo in Calabria, siamo molto affiatati e sono sicuro che faremo bene”.


Una presenza in Seconda Divisione col Siracusa.

“Ho fatto parte della rosa della prima squadra aretusea con Sonzogni allenatore e da lui ho appreso molto, poi ho militato ad Ancona e Tortona in serie D e l’ultima stagione nel Noto sempre nella stessa categoria. Le piazze calorose mi piacciono tantissimo e sono orgoglioso di essere venuto nella vostra città, quando si punta a vincere sono il primo ad accettare senza esitare”.

Una serie D da vincere a tutti i costi?
“Il blasone della società lo impone e siamo tutti uniti per questo obiettivo, quindi non voglio fare altri proclami, è tassativo puntare al risultato pieno che è la promozione nella nuova Lega Pro unificata dell’anno venturo. Mi ha fortemente voluto il tecnico Maiuri e ne sono orgoglioso, ho trovato compagni molto esperti come Clemente, Carloto, Molinari, Prosperi e Mignogna, quindi sono convinto della scelta fatta”.

In bocca al lupo, allora.
“Crepi, sono prontissimo a dare il mio contributo e ringrazio di cuore anche il mio agente Gianni Prete che mi ha aiutato a scegliere questa destinazione, ma credo che una città come Taranto sia sempre una meta ambita da tutti i calciatori che vogliono fare carriera. Parliamo di una piazza che ha scritto pagine d’oro della storia del calcio e quindi ne sono molto felice, dobbiamo ora solo lavorare molto e fare bene sin dalla coppa Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche