27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Archivio Sport

Curic e Moggio, verso il sì al Taranto


Prosegue il lavoro di Alessandro De Solda ed è in prova da ieri il portiere Moggio, scuola Juve Stabia, classe 1994, nel ritiro di Camigliatello Silano.

Oggi od al massimo domani quindi sarà la volta di Stefano Riccio, classe 1989, centrale difensivo ex Arzanese che firmerà il contratto ed è in dirittura d’arrivo anche la stipula di Ilario Liotti, esterno sinistro di centrocampo proveniente dalla Primavera dell’Ascoli. “Siamo sempre vigili” ha spiegato il diesse “e stiamo intanto cercando di chiudere la trattativa per Marani, anche se la Maceratese continua a tergiversare e gioca a sua volta al rialzo, comunque confido in una buona riuscita in merito”.


Resta in piedi l’ipotesi Vivacqua?

“E’ un altro elemento su cui puntiamo e sto in attesa di una sua risposta, visto che ha chiesto qualche giorno per riflettere. E’ anche reduce dal trionfo tricolore con la Lazio Primavera e quindi vuole rendersi conto a dovere delle varie offerte che ha ricevuto, staremo a vedere”.

Rimangono altri innesti da fare. Quando?
“Ho già spiegato che c’è tutto il tempo per completare l’organico, visto che il ritiro andrà avanti fino a domenica 11 agosto. Non abbiamo alcuna fretta quindi e possiamo muoverci con la massima tranquillità, restano ancora quattro-cinque inserimenti da fare in entrata e li stiamo valutando quotidianamente con la massima calma”.

Il croato Curic come lo giudica?
“Si sta allenando con grande impegno e voglia di fare bene, nel suo paese di origine è stato uno dei migliori attaccanti, vedremo se Maiuri lo riterrà opportuno alla causa. La terra balcanica è da sempre scuola di ottimi talenti e ne ha sfornati altrettanti negli ultimi anni, solo che per prendere delle decisioni definitive serve tempo”.

In caso di mancato accordo con Marani il suo sostituto potrebbe essere Moggio?
“Anche qui è tutto da valutare, non siamo frettolosi nel fare le valutazioni, serve il giusto tempo per poter prendere le giuste decisioni. Teniamo in piedi entrambe le ipotesi, quindi poi vedremo il da farsi, di certo il primo lo seguiamo da tempo ed è in ritiro coi marchigiani, il secondo lo stiamo solo provando e quindi è tutto da vedere. Il ruolo del portiere si sa che è molto delicato e quindi sono scelte da operare con la massima attenzione”.

L’anno prossimo in D il Taranto ritroverà il Grottaglie, fresco di ripescaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche